Imprenditori molisani coinvolti nell'inchiesta della Guardia di Finanza sul Bonus Facciate - Molise Web giornale online molisano
Venerdì - 31 Maggio 2024

Imprenditori molisani coinvolti nell'inchiesta della Guardia di Finanza sul Bonus Facciate

Forlì. L'inchiesta delle Fiamme Gialle che ha portato alla luce una maxi truffa legata al Bonus Facciate tocca anche il Molise. I finanzieri del Comando Provinciale di Forlì, seguendo le direttive della Procura della Repubblica di Prato, sono intervenuti all'alba per eseguire un'ordinanza di misura cautelare nei confronti di tre persone, con l'aiuto dei Reparti del Corpo delle province di Alessandria, Napoli e Foggia.

Le indagini, condotte dai militari del Gruppo di Cesena, sono iniziate dopo aver approfondito alcune segnalazioni di operazioni sospette. Queste indagini hanno rivelato che circa quaranta persone, residenti in sei diverse regioni italiane – Piemonte, Emilia-Romagna, Campania, Puglia, Molise e Calabria – hanno utilizzato false fatture per oltre 10 milioni di euro. Questo stratagemma ha permesso loro di richiedere il rimborso di crediti d’imposta per oltre 7,3 milioni di euro relativi ai Bonus Facciate, che poi sono stati monetizzati attraverso la cessione a un istituto di credito.

L'ordinanza degli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Prato su richiesta della Procura della Repubblica, riguarda un uomo di 46 anni della provincia di Napoli, un uomo di 47 anni della provincia di Foggia e un uomo di 30 anni della provincia di Forlì-Cesena. I tre sono accusati di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e di emissione di fatture per operazioni inesistenti.

MoliseWeb è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/moliseweb_it