#corpedelascunzulatavecchia / ….ho visto un re!! - Molise Web giornale online molisano
Lunedì - 04 Marzo 2024

#corpedelascunzulatavecchia / ….ho visto un re!!

*foto di Mario Masella

Mitica, per me canzone di Enzo Iannacci che i ha semre colpito. In special modo mi ha colpito sempre il pezzo in cui il buon Enzo cantava: “Un re che piangeva seduto sulla sella
Piangeva tante lacrime
Ma tante che
Bagnava anche il cavallo
Povero re
E povero anche il cavallo
Sì beh, ah beh, sì beh, ah beh”.

Lasciato “incolonnato per rendere meglio l’idea della canzone. Povero re, e povero anche il cavallo …..ah beh, si beh.

Dove voglio andare a parare? Mi sarebbe piaciuto giocare in porta, ma da bambini ero talmente scarso che se nella solita squadretta dei bambini il più scarso lo mettevano in porta a me toccava il “ruolo” di portiere di riserva. Scarsissimo. Quindi? Quindi niente, queste canzoni di Enzo Iannacci mi sono tornate in mente ieri sera leggendo un post su facebook, il post, scritto ovviamente da un elettore di centrodestra recitava più o meno: “… gli ex assessori, rieletti, hanno aumentato i voti e più di qualcuno li ha raddoppiato. Questo vuol dire qualcosa o il voto della gente non conta nulla?” il riferimento era ad un neo consigliere che rivendicava un posto in giunta per sé stesso considerando i voti portati. Bene, quindi gli assessori della giunta Toma sono stati (quasi) tutti rieletti a furor di popolo perché bravi capaci e perché hanno lavorato bene. Questo mi sembra di capire dal post. Sarà così o cosa è successo? Innanzitutto teniamo conto che alle ultime elezioni regionali, vinte dal centrodestra senza remissione di colpe e di peccati con un distacco di oltre venti punti percentuali, non ha votato (un ulteriore) 5% rispetto alle ultime elezioni del 2018. In verità anche se si fosse recato alle urne questo 5% il centro destra avrebbe vinto lo stesso in maniera larga e senza discussione. Quindi secondo il “postatore” di facebook il centrodestra, meglio gli assessori uscenti, sono stati rieletti perché hanno lavorato bene ed hanno reso servigi e al popolo molisano tutto. In verità io credo che se così fosse a questo punto noi molisani dovremmo essere usciti dal commissariamento in sanità, dovremmo avere una viabilità che ci possa sostenere in uno sviluppo armonico e fattivo di tutta la regione. Dovremmo avere i nostri figli vicino a noi e non sperduti in chissà quale landa inglese se non addirittura irlandese o australiana dove sono stati costretti ad andare per trovare un lavoro che li possa sostenere. Dovremmo avere una sanità che, oltre ad essere uscita dal commissariamento, ci offrisse “in house” le cure a noi necessarie, avere dei medici ma dei sanitari in genere che non facessero”storie” per venire a lavorare in Molise. Avere delle vie di comunicazione non dico autostradali ma almeno senza semafori, avere un turismo che ci possa portare veramente persone, e quindi ricchezza,  in regione, cosa che ci ha millantato il non rieletto assessore al turismo scambiando per visite in crescita i turisti che nel corso degli ultimi due anni, causa covid, non potendo uscire fuori dai patri confini sono stati “costretti” a venire in Molise.

Ecco se tutto questo, ma almeno una parte di tutto questo si fosse risolto nell’ultima legislatura regionale mi sentirei di dare ragione al post che inneggiava ai rieletti consiglieri, futuri assessori regionali. Così non è stato, la politica, i politici non hanno fatto il proprio lavoro di controllo ed opposizione, non sono stati fatti nemmeno accesso agli atti per cercare di capire quali e quanti contributi sono stati erogati per “facilitare lo sport e la comunione tra i molisani”, ma per chiedere voti al momento opportuno, nella scorsa legislatura. Possiamo dire tutto e tutti, ma resta sempre il discorso della regione di “Pantalone” dove vige l’articolo quinte: chi tè mane ha vinte!

Però una cosa è vincere e comandare, altra è dire che va tutto bene “madama la Marchesa”. 

Al momento credo sia “abbastante” e quindi vi saluto cordialmente con il solito: Statevi arrivederci.

Franco di Biase

 

MoliseWeb è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/moliseweb_it