La rabbia di Giulio Rocco: Basta con i diktat romani, questo centrodestra ha fallito - Molise Web giornale online molisano
Giovedì - 30 Maggio 2024

La rabbia di Giulio Rocco: Basta con i diktat romani, questo centrodestra ha fallito

Giulio Rocco non ha bisogno di presentazioni: è senza dubbio una figura di spicco nel panorama del giornalismo molisano. Nella sua lunga carriera ha saputo raccontare le vicende, le sfide e le peculiarità politiche del Molise, diventando un punto di riferimento per molti lettori e colleghi giornalisti. La sua esperienza e il suo impegno nel mettere in luce le diverse realtà della sua terra natia lo rendono una figura di grande rilievo nel panorama giornalistico locale.
 
L'editore storico del Quotidiano del Molise si è aperto ai microfoni di moliseweb.it esprimendo la sua profonda delusione riguardo alla grande incertezza che vive oggi il centrodestra nell'individuazione del candidato sindaco per le imminenti elezioni comunali del capoluogo. Rocco ha voluto evidenziare la necessità di un'azione politica decisa e unita per garantire, in maniera celere, una campagna elettorale più efficace. La mancanza di chiarezza e di una leadership nella coalizione del centrodestra rischia di compromettere il suo futuro politico e, soprattutto, minare la fiducia degli elettori.
 
«Io amo questa città e voglio che siano eletti politici del fare», afferma con fervore Giulio Rocco, deluso profondamente dall'inerzia della classe dirigente del centrodestra. Secondo lui, questa classe ha deluso le aspettative, tanto da farlgli rimpiangere persino Michele Iorio. Rocco non risparmia critiche al centrodestra, ponendo l'attenzione sulla lentezza con cui si sta gestendo la figura del candidato sindaco e ironizzando sul fatto che sarebbe stato più rapido eleggere un papa. Per l'ex editore, il metodo di selezione del candidato è inaccettabile, poiché non dovrebbe essere influenzato da Roma; al contrario, bisognerebbe privilegiare le capacità e la popolarità piuttosto che l'appartenenza politica. Rocco manifesta anche tanta amarezza nei confronti del lavoro svolto dagli ex Presidenti di regione, evidenziando tante lacune: «Toma, professionista contabile, non è riuscito neppure a chiudere i bilanci».
 
«Non riesco a comprendere questi atteggiamenti di auto-evirazione», sottolinea Giulio Rocco, riferendosi alla mancanza di determinazione nel centrodestra. Per lui, Salvatore Colagiovanni potrebbe essere una scelta eccellente per questa coalizione. «Mi aspettavo una reazione del genere da Salvatore, sinceramente pensavo prima di oggi», aggiunge, sottolineando la fiducia che ha riposto in Colagiovanni da tempo. Per Rocco Salvatore Colagiovanni è meritevole di essere il candidato, poiché da tempo ha lavorato sul territorio per diventare sindaco, avendo un programma ben definito che affronta i problemi di Campobasso con conoscenza e competenza.
 

MoliseWeb è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/moliseweb_it