Termoli: Irregolarità sul posto di lavoro, sospesa un’attività imprenditoriale

Nell’arco della giornata i Carabinieri della Compagnia di Termoli, in sinergia con i militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Campobasso, e del Nucleo Carabinieri Cinofili di Chieti, hanno effettuato diversi controlli sul territorio molisano ed in particolare nei comuni di Termoli e Guglionesi. Sono stati sottoposti a controllo 22 veicoli e 31 persone, sono state anche effettuate 6 perquisizioni finalizzate alla ricerca di sostanze stupefacenti,ispezionati e controllati anche 2 esercizi commerciali e 2 cantieri edili. Nel corso delle verifiche svolte in uno dei due cantieri,che si trovava in piena attività, è stato accertato che uno dei 3 operai al lavoro era irregolare e che non era mai stato sottoposto alla preventiva visita medica di controllo obbligatoria, la cui responsabilità ricade proprio sul datore di lavoro.

Agli esiti della predetta attività, avendo rilevato la violazione della vigente normativa di settore, nonché degli articoli 14 e 18 del Decreto Legislativo 81/2008, l’amministratore unico della Ditta a cui faceva capo il cantiere in questione è stato deferito in stato di libertà alla competente Procura della Repubblica di Larino per omessa vigilanza sanitaria, e quindi sanzionato per un importo pari a 2.000 euro avendo indebitamente impiegato del personale non risultante dalla documentazione obbligatoria in misura pari o superiore al 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro.

Vista la circostanza, si é quindi proceduto alla momentanea sospensione dell'attività cantieristica.I controlli del territorio da parte dell’Arma, anche nell’ambito delle più ampie direttive del Comando Provinciale di Campobasso, sono stati anche finalizzati al controllo di persone e veicoli in transito, specie quelli provenienti da Campania e Puglia. Proseguiranno senza soluzione di continuità le attività di controllo disposte dal Comando Compagnia di Termoli, anche nell’immediato futuro, al fine di arginare i reati predatori e quelli in materia di sostanze stupefacenti, nonché allo scopo di verificare il rispetto delle diverse e specifiche normative di settore in particolare quelle a tutela dei lavoratori; al fine di fornire ai cittadini un’adeguata sicurezza reale sul territorio nonché una sempre maggiore percezione della stessa.