<![CDATA[Molise Web giornale online molisano]]>http://www.moliseweb.itit-IT <![CDATA[Marco Gervasoni, professore ordinario dell'Unimol, silurato per un tweet sovranista]]> CRONACA Intervista abruzzoweb.it 

Professore 'silurato' per un tweet sovranista. E' la vicenda che racconta il quotidiano La Verità nell'articolo firmato da Daniele Capezzone. Protagonista, si legge, è il professor Marco Gervasoni, storico, saggista, e titolare alla Luiss del corso di Storia comparata dei sistemi politici. Gervasoni insegna anche all’Università del Molise, professore Ordinario dell'Unimol, con la cattedra di "Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione".

Il docente durante l'estate "si è espresso in modo ruvido sul tema dell’immigrazione illegale e del traffico di esseri umani, rilanciando una proposta di Giorgia Meloni e twittando in modo chiaramente provocatorio: “Ha ragione Giorgia Meloni, la nave va affondata. Quindi Sea Watchbum bum, a meno che non si trovi un mezzo meno rumoroso'". Secondo l'articolo, Gervasoni "è stato convocato in fretta e furia il consiglio di dipartimento che, a maggioranza fabbrinesca, ha defenestrato Gervasoni, sollevandolo dal corso".

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=23010 Sun, 22 Sep 2019 09:37:00 +0200
<![CDATA[Proteste per l'autovelox a Montenero di Bisaccia sulla statale 16 "postazione illegale"]]> CRONACA - BASSO MOLISE
L’appello del presidente, Antonio Turdò, del Comitato ProTrignina per le numerose lamentele degli automobilisti. "Sempre più automobilisti stanno ricevendo i verbali spediti da parte della locale polizia municipale di Montenero di Bisaccia, provincia di Campobasso, alla kilometrica 525+410 della strada statale 16 in direzione Sud, rilevati con autovelox mobile modello VELOMATIC 512D . Le proteste giunte alla nostra associazione sono molteplici e di vario genere sia perché , come testimoniato da diversi automobilisti, non era presente sulla SS 16 nessun segnale di avviso del controllo elettronico e da come ci è stato riferito nemmeno la macchina della Polizia Municipale era presente.

E’ inutile che da parte di qualche sodale della Polizia municipale mi faccia vedere che sono visibili, voglio ricordare che io stesso , presentandomi e non in incognito, ho rilevato che si nascondeva l’autovelox dentro la macchina, per ben due volte.

Voglio chiedere un incontro urgente ed indifferribile sia alla Prefettura di Campobasso che all’Anas per verificare lo stato dei luoghi e la sua correlazione ai segnali ed al decreto prefettizio di individuazione delle strade.

In effetti verificando bene il Decreto del Prefetto dott. Federico di Campobasso n.34149 del 26 aprile 2018, abbiamo constatato che il comune di Montenero di Bisaccia ha una autorizzazione su tutta la tratta di competenza della SS 16 Adriatica, pare strano anche alla luce della direttiva Maroni del 14 agosto 2009 e della direttiva Minniti del 21 luglio 2017 che aggiorna e sostituisce la precedente, quale è il tasso di incidentalità in quel tratto richiamato sopra? Possibile che sull’intero tratto di competenza sono avvenuti incidenti stradali per la velocità?

Come si fa a dire di rispettare le condizioni strutturali , plano-altimetriche e di traffico nel fermo di un veicolo senza pregiudizio alla sicurezza della circolazione, alla fluidità del traffico e alla incolumità degli agenti di PM , se la postazione è dentro una corsia di accesso alla S.S.16.

Vogliamo invitare la Polizia Stradale provinciale a fare un sopralluogo di verifica della postazione in rapporto alla legge 285/92 per quanto riguarda la segnaletica di avvertimento della postazione.

Indichiamo agli automobilisti che passano con la pattuglia in servizio , di chiamarci e di fare foto e video che dimostrano e certificano la profonda illegalità della postazione".

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=23012 Sun, 22 Sep 2019 11:28:00 +0200
<![CDATA[Continuano le proteste sulle strisce blu a Isernia. PCL: "pronti a sottoporre la questione alla Procura"]]> CRONACA - ISERNIA
In merito alla questione dei parcheggi a pagamento ad Isernia il partito Comunista dei Lavoratori di Isernia rende noto che ha chiesto al Sindaco D'Apollonio chiarimenti in merito alla questione.
"Per imporre la tariffa oraria di € 0,80 sugli stalli blu, occorre un'Ordinanza del Sindaco, come dispone l'art.7 comma 1 lettera f del codice della strada. Dato che questa Ordinanza non c'è la società concessionaria non può pretendere nessun pagamento.

Perché il sindaco di Isernia non ha risposto su tale punto nella sua intervista "stizzita" ? Semplice: se rispondesse non potrebbe fare altro che prendere atto che la sua Ordinanza non c'è ed ammettere il torto evidente del Comune e della concessionaria !

Nè si potrà più emettere tale Ordinanza ex post perchè occorre prima una nuova delibera consiliare di indirizzo che indichi la tariffa dal 2019 in poi:  ma qui si incarta di nuovo, perché v'è un bando già affidato con la precedente delibera n.14/2018 che limita la tariffa al solo 2018, non modificabile a posteriori.

Non gli rimane che: bloccare i parchimetri per assenza di tariffa determinata da Ordinanza, azzerare le multe illegittime sinora emesse, e soprattutto annullare in autotutela tutti gli atti, eliminando gli stalli blu a fronte delle altre innumerevoli illegittimità eccepite e rese note cui si rinvia.

Per questo ed altro stiamo elaborando, unitamente alla Fiadel e all'associazione antimafia A. Caponnetto, anche la richiesta di sequestro giudiziario dei parchimetri da sottoporre al vaglio della Procura".

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=23013 Sun, 22 Sep 2019 11:50:00 +0200
<![CDATA[Duro attacco del Cosigliere Di Lucente "La Regione si dimentica dei sindaci e delle aree interne" e lancia il "PIANO C"]]> POLITICA - REGIONE

Un comunicato, molto duro, contro le politiche regionali, proponendo un "Piano C" un piano per la difesa dei Comuni e delle aree interne del Molise. 

“La Regione dimentica i problemi dei sindaci. E’ come se i Comuni fossero in lotta con la Regione”: è la frase che mi ha detto un sindaco ieri durante un incontro sulle aree interne. Una frase che fa male per la sua realtà e che fa tanto riflettere. Perché spesso l’agenda delle priorità della Regione non è quella dei Comuni. Eppure il Molise è la somma dei suoi paesi. E l’80% di loro sono in aree interne e montane” spiega il consigliere regionale Andrea Di Lucente. Che, di incontro in incontro, tocca sempre più con mano una scollatura tra necessità del territorio e agenda di governo.

“I sindaci continuano a dircelo. I cittadini pure. Serve rimettere al centro della nostra azione di governo le aree interne e i loro problemi. Non ha senso farlo con azioni spot come il bando di residenza attiva. 30-40 persone ne beneficeranno, ma i problemi resteranno lì sullo sfondo. Belle anche le Snai, ma nel caso dell’Alto e Medio Molise (33 Comuni per quasi metà del territorio molisano coinvolto) a distanza di tre anni stiamo ancora alla bozza della bozza dell’intervento. E così i sindaci si sentono abbandonati e sfiduciati. Vorrebbero fare tanto, ma si trovano a combattere costantemente con la burocrazia. Spesso con la Regione stessa che non li ascolta” spiega l’esponente dei Popolari per l’Italia al termine di un incontro con i sindaci dell’area trignina.  

“Dovremmo ricucire questo strappo con un ‘Piano C’, un piano dei Comuni. Ma anche un piano che entri in azione quando quello A e quello B sono naufragati. E siamo già a questo punto, purtroppo. Una sorta di Patto istituzionale che coinvolga l’intera filiera e che individui azioni serie dalle quali ripartire. E che sia veloce, snello. Perché tra 3 anni – ovvero i tempi che stiamo usando per redigere il piano della Strategia per le Aree interne – non potremo ancora parlare di misure da adottare. Dovremmo averle già individuate e avviate.

Il primo passo, quello su cui la I Commissione sta lavorando, è la revisione della Legge sulla Montagna, lo strumento attraverso il quale la Regione potrà sviluppare le politiche di sostegno alle aree interne, rimettendole al centro dell’agenda politica e avviando anche l’opera di ricucitura del rapporto con i sindaci e con gli attori economici e sociali che operano sul territorio”.

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=23009 Sat, 21 Sep 2019 19:31:00 +0200
<![CDATA[Tennis. 2° Open “CITTA' DI CAMPOBASSO”, pronto il tabellone di qualificazione]]> SPORT

Torneo al giro di boa con altra presenza di rilievo. Dalla Bosnia ecco Bojanovic 937 ATP

L’Open di Villa De Capoa è a “metà percorso”. Completato senza intoppi il tabellone di quarta categoria, il dottor Lombardi ha potuto da ieri programmare i primi incontri con gli atleti di serie C in campo. Ben tre dei quattro atleti dilettanti che hanno staccato il pass per il penultimo raggruppamento, sono tesserati con il circolo ospitante (Massimo Tondi, Alessandro Coloccia e Pavel Paolone); il quarto giocatore che ha conquistato l’accesso al tabellone di serie C è Giuseppe Scarlatelli, pur sempre campobassano d.o.c. ma appartenente all’Associazione Sportiva Baita di Paolo Dall’Acqua. In virtù di questi accessi, ecco pronto il qualifying draw: racchiude venticinque giocatori che insieme ai quattro innesti, provenienti dal purgatorio di serie D, cercheranno di conquistare l’ingresso nel tabellone principale. Solo quattro posti, il giudice arbitro Lombardi, assegnerà ai migliori di questo ultimo comparto. Chi riuscirà ad occuparli avrà la possibilità di sfidare uno dei quindici semi-professionisti in gara tra cui Enrico Fioravante (classifica 2-2 ed ex 689 del mondo), Matteo Fago (classifica 2-1 ed ex 667 ATP) ed anche il bosniaco Darko Bojanovic (937 del mondo) che ha dato conferma ieri pomeriggio a Gianluca De Lucrezia direttore del torneo. Proprio quest’ultimo giocatore che ha ottenuto in tempi record il transfert dalla Federtennis e la classifica italiana (2-4) è il top-player da battere, la mina vagante che al di là dei dati in possesso (vanta anche apparizioni in Coppa Davis) sembrerebbe davvero il candidato alla vittoria finale dell’Open di Campobasso.       

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=23011 Sun, 22 Sep 2019 11:22:00 +0200
<![CDATA[Sanità. In Molise rischio collasso]]> POLITICA - REGIONE Servizio andato in onda su Rai TGR Molise - di Giusy Utano; riprese di Giusy Utano: montaggio Paolo Fagliarone
A causa dei prossimi pensionamenti anche in Molise la sanità rischia di collassare. Le valutazioni di ENPAM e Ordine dei medici di Isernia: manca un interlocutore valido.
]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=23005 Sat, 21 Sep 2019 16:44:00 +0200
<![CDATA[Autopia: un grande esempio di imprenditori locali vicini al progetto rossoblù]]> SPORT - CALCIO MOLISANO

di  Marco Bruni

Questa mattina, presso i locali della sede di Autopia a Campobasso, è stato presentato ufficialmente, a stampa e tifosi, l’accordo di sponsorizzazione tra la nota azienda facente capo a Giannunzio Magnifico e il sodalizio rossoblù del capoluogo.

Presente tutto lo stato maggiore della società dall’amministratore delegato Raffaele De Francesco al patron Mario Gesuè, oltre ad un nutrito numero di giocatori tra i quali Bontà, Alessandro e Musetti accompagnati dal loro mister Mirko Cudini.

Sia Magnifico che Gesuè hanno voluto prendere la parola per sottolineare la soddisfazione reciproca frutto dell’accordo raggiunto. L’immagine di una azienda legata al nome del Campobasso Calcio non può che essere positiva non solo in termini di visibilità ma anche perché si ha la consapevolezza di far parte di un grande progetto commerciale, sportivo e con indubbi risvolti sociali. L’augurio di tutti è di poter continuare a lungo la collaborazione con l’obiettivo comune di poter raggiungere traguardi sempre più ambiziosi.

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=23008 Sat, 21 Sep 2019 18:28:00 +0200
<![CDATA[Campobasso. Chiuso dalla Polizia B&B usato come casa di appuntamenti]]> CRONACA - CAMPOBASSO
Nell’ultimo periodo, l’attività di controllo posta in essere dalla  Polizia di Stato, volta alla verifica dell’osservanza dell’obbligo da parte dei gestori delle strutture ricettive  di comunicare telematicamente all’Autorità di Pubblica Sicurezza le generalità degli ospiti. Gli operatori della Squadra Mobile a seguito di indagini effettuate su siti on line,  hanno  individuato, nel capoluogo, un B&B privo delle necessarie autorizzazioni previste per l’attività ricettiva, nel quale  è stato  segnalato un via vai  sospetto   di persone che ha fatto presagire che tale struttura fosse utilizzata come “casa per appuntamenti”, come successivamente appurato. Pertanto, gli agenti hanno posto fine a tale attività, contestando nel contempo al gestore la  violazione connessa all’esercizio abusivo di attività ricettiva  e denunciando lo stesso all’A.G.  per violazione dell’art. 109 TULPS, per aver reiteratamente ospitato in struttura persone senza comunicare all’Autorità di Pubblica Sicurezza le relative generalità.
]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=23007 Sat, 21 Sep 2019 18:22:00 +0200
<![CDATA[Incontro "BioMolise - Distretto frentano" a Larino con Romagnuolo e Scarabeo]]> CRONACA - LARINO

Partecipazione, proposte e condivisione di intenti all’incontro del Bio-Distretto dei Laghi frentani dove, nel pomeriggio di venerdì 20 settembre 2019, Pino Puchetti, sindaco di Larino e Presidente dell’Assemblea, ha invitato anche i consiglieri regionali Nico Romagnuolo e Massimiliano Scarabeo per illustrare le proposte di legge: una di iniziativa della Giunta regionale e l’altra che vede Romagnuolo primo firmatario.

Le proposte, in sostanza, sono volte a promuovere, valorizzare e regolamentare la costituzione di distretti rurali e agroalimentari di qualità, bio-distretti e distretti della pesca e dell’acquacoltura di qualità.

All’incontro, organizzato nella sala Freda, hanno preso parte il presidente onorario del Bio-Distretto Laghi frentani, Giovanni Di Stasi, diversi tra i quattordici sindaci e rappresentanti dei Comuni interessati (sono compresi Larino, Bonefro, Casacalenda, Colletorto, Guardialfiera, Montelongo, Montorio nei Frentani, Morrone del Sannio, Provvidenti, Ripabottoni, Rotello, Santa Croce di Magliano, San Giuliano di Puglia e Ururi) che hanno già aderito alla costituzione del Consorzio e il Coordinatore del Comitato scientifico del Bio-Distretto Pasquale Di Lena. Sono intervenuti, tra gli altri, Antonella Antonietta Pietropaolo, Andrea Albino e Michele Ricci che hanno rappresentato le esigenze del territorio e che i consiglieri Nico Romagnuolo e Massimiliano Scarabeo riporteremo nella discussione in Commissione.

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=23006 Sat, 21 Sep 2019 18:14:00 +0200
<![CDATA[Unimol. Prorogati i termini iscrizioni fino al 28/9, anche adesioni a trasporti gratis]]> CRONACA - CAMPOBASSO
Prorogati a sabato 28 settembre 2019 i termini per immatricolazioni e iscrizioni all'Università del Molise e quelli per aderire al progetto dell'Ateneo che prevede per i propri iscritti trasporti gratuiti e navette dedicate. Le decisione, si legge in una nota dell'Unimol, "anche a seguito delle diverse istanze e delle numerose sollecitazioni provenienti dalla comunità studentesca e per condividere con le famiglie e il territorio i vantaggi e le opportunità di viaggiare gratuitamente sui mezzi delle compagnie di trasporto regionale e raggiungere, senza costi di abbonamento, le sedi dei corsi di laurea". 
]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=23004 Sat, 21 Sep 2019 13:12:00 +0200