<![CDATA[Molise Web giornale online molisano]]>http://www.moliseweb.itit-IT <![CDATA[Il Ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano torna in Molise il prossimo 28 gennaio ]]> POLITICA

Martedì 28 gennaio il Ministro Giuseppe Provenzano sarà in visita in Molise. Il Ministro per il Sud e la coesione territoriale torna a visitare la regione dopo aver accompagnato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nell’ottobre 2019, ma questa volta lo fa su invito del Pd Molise con l’obiettivo di conoscere meglio il territorio, incontrando la dirigenza aziendale di FCAGroup per discutere delle prospettive dello stabilimento, presentare lo stato di avanzamento della ZES, discutere delle aree montane e delle aree interne. La visita del Ministro toccherà tre luoghi simbolici della regione quali Termoli, Agnone e Capracotta dove incontrerà dirigenti aziendali, imprenditori, cittadini e referenti delle istituzioni.

Il programma:

Termoli

10.00 - FCA Group -

Incontro con Dirigenza Aziendale 

11.00 - Azienda Del Giudice -

Incontro con istituzioni e partenariato

‘Stato di avanzamento delle ZES’ 

Intervento del Ministro Provenzano

Agnone

13.00 - Ospedale ‘San Francesco Caracciolo’ -

Visita del Ministro Provenzano

Break

14.30 - Pontificia Fonderia Marinelli -

Incontro PD con imprenditori e cittadini

‘Il rilancio delle aree montane’

Intervengono:

- Daniele Saia, Capogruppo centro sinistra in Comune

- Serena di Nucci, Presidente GAL Alto Molise

  • Micaela Fanelli, Capogruppo PD Regione Molise 
  • Michele Fina, Segretario PD Abruzzo
  • Ministro Giuseppe Provenzano

Capracotta

16.30 - Sala convegni Hotel “Il Conte Max” -

Incontro istituzionale _SNAI

“Riaprire la partita delle aree interne”

Intervengono:

- Candido Paglione, Sindaco di Capracotta

- Alfredo Ricci, Presidente Provincia di Isernia

- Vittorino Facciolla, Consigliere regionale - Segretario PD Molise

- Donato Toma, Presidente della Regione Molise

- Ministro Giuseppe Provenzano

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=24477 Fri, 24 Jan 2020 10:37:00 +0100
<![CDATA[Campomarino. Lotta allo spaccio, arrestata 22enne ]]> CRONACA - BASSO MOLISE

Continuano le attività dei militari della Compagnia Carabinieri di Termoli, tese al contrasto dello spaccio di sostanza stupefacente sul territorio del basso Molise. Particolare attenzione è stata riservata al fenomeno criminoso che, soprattutto negli ultimi anni, coinvolge persone giovanissime. Durante la tarda serata di mercoledì, i Carabinieri della Stazione di Campomarino, durante predisposti servizi di controllo riguardante la vasta area di competenza, hanno fermato e controllato una donna, ventiduenne, proveniente dalla provincia di Foggia. La donna, peraltro già nota alle Forze dell’Ordine, dopo attenta verifica è risultata essere in possesso di ben 18 dosi di cocaina e 5 dosi di eroina. La droga è stata conseguentemente sottoposta a sequestro per poi essere inviata al competente Laboratorio Analisi per gli esami del caso. La ventiduenne, invece, è stata tratta in arresto e, dopo le formalità di rito, è stata associata dai militari operanti alla casa circondariale di Chieti, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Sono in corso ulteriori accertamenti per individuare eventuali responsabilità di altri soggetti coinvolti nella vicenda.

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=24476 Fri, 24 Jan 2020 10:29:00 +0100
<![CDATA[Truffa di “Subito.it”. Inserzionista indotto a versare 2000 euro per un oggetto da lui stesso venduto]]> CRONACA - CAMPOBASSO

A seguito di meticolosa ed articolata attività di indagine esperita dai militari della Stazione Carabinieri di Campobasso, la Procura della Repubblica presso il Tribunale del capoluogo molisano ha ritenuto opportuno procedere all’imputazione nei confronti del presunto autore dell’ennesima truffa posta in essere sul famoso sito di compravendita tra privati Subito.it. Le indagini sono partite dalla denuncia ricevuta dai Carabinieri della predetta Stazione da una persona del posto, vittima inconsapevole del raggiro che nello specifico inseriva sulla nota piattaforma di compravendita online un annuncio di vendita di una macchina agricola del valore di 2000 euro. Contattato sulla propria utenza da una persona apparentemente interessata all’acquisto, seguendo indicazioni telefoniche, veniva indotto a versare 2000 euro su un altro conto corrente. Ad operazione terminata, il truffatore faceva perdere le proprie tracce. Essendosi reso conto della truffa subita, il malcapitato si rivolgeva ai Carabinieri e sporgeva denuncia. La minuziosa attività d’indagine posta in essere dai militari consentiva di giungere all’individuazione del possibile autore della truffa, già gravato da precedenti specifici e non residente nella Regione. L’episodio conferma il reiterarsi ed il dilagare nella rete di un modus operandi che con artifizi e raggiri carpisce la buona fede della gente, ma che allo stesso tempo viene continuamente monitorato e molto spesso contrastato dall’attenta attività investigativa posta in essere dai Carabinieri.

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=24473 Fri, 24 Jan 2020 08:38:00 +0100
<![CDATA["Manodopera “clandestina". sospensioni e multe salate per tre imprese della provincia di Campobasso ]]> CRONACA

I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Campobasso, nel corso dei controlli finalizzati al  rispetto della normativa in materia di lavoro e igienico sanitaria nonché all’individuazione del lavoro sommerso hanno individuato tre ditte risultate  irregolari. In due distinte aziende agricole, in Riccia e Baranello, esercenti l’allevamento di animali da reddito, è stata riscontrata la presenza al lavoro di tre lavoratori in nero, di cui uno clandestino di nazionalità indiana, nei cui confronti è stato imposto il rimpatrio. Per i titolari delle due aziende scatteranno anche maxi sanzioni per il lavoro nero per  complessivi 9.400 euro. L’attenzione dei militari è stata rivolta anche nei confronti di attività di ristorazione sita nel Basso Molise dove è stata disposta la sospensione ai sensi dell'ex art. 14 D.lgs. 81/2008, per aver occupato nell'unità produttiva una percentuale di lavoratori "in nero" pari o superiore al 20% del totale. Seguiranno sanzioni amministrative per circa 6 mila euro, oltre ai recuperi contributivi. Nelle prossime settimane i controlli del NIL saranno intensificati anche in altri settori sensibili.

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=24479 Fri, 24 Jan 2020 10:53:00 +0100
<![CDATA[Su "il venerdì del la Repubblica" spazio al Santuario di Castelpetroso con un articolo della scrittrice molisana Valentina Farinaccio ]]> COSTUME E SOCIETà

Un'altra importante vetrina a livello nazionale per il Molise. Oggi, venerdì 24 gennaio, la scrittrice, famosa per libri come "La strada del ritorno è sempre più corta" e l'ultimo "Quel giorno" e giornalista molisana, Valentina farinaccio ha pubblicato un articolo sulla rubrica de "la Repubblica", dedicato al Santuario di Castelpetroso, in provincia di Isernia. Lo ha dichiarato attraverso un post su facebook, : "Il mio #tallonedakiller, per esempio, è che scrivo sempre del Molise. E oggi, sul Venerdi di Repubblica, vi racconto del Santuario di Castelpetroso. #molisnt". 

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=24474 Fri, 24 Jan 2020 09:56:00 +0100
<![CDATA[Legge su libro. Il Senatore pentastellato Fabrizio Ortis risponde alla lettera inviatagli dal presidente Confcommercio Molise Paolo Spina]]> POLITICA - REGIONE

“La Legge sul libro sarà in cima all’agenda della Commissione Cultura del Senato dopo la settimana delle elezioni nelle regioni Emilia-Romagna e Calabria”. Lo dichiara il portavoce al Senato del Movimento 5 Stelle, Fabrizio Ortis, rispondendo alla lettera inviatagli dal presidente Confcommercio Molise, Paolo Spina, con la quale era stato sollecitato ad attivarsi, per quanto in suo potere, per l’approvazione definitiva di una legge che può significare, finalmente, la correzione di storture di mercato che da troppo tempo penalizzano gli operatori del settore, in primis i librai. "La legge, adottata in Commissione Cultura alla Camera nel luglio scorso a larghissima maggioranza, è ora ferma nell’analoga Commissione del Senato. Il senatore Ortis ha avuto ampie rassicurazioni dai referenti della succitata Commissione a Palazzo Madama, ricevendo conferme importanti in proposito. “La questione della Legge sul libro – spiega il portavoce pentastellato – è stata ampiamente soppesata dai commissari e sarà tra le priorità, subito dopo il 26 gennaio”.

 

Di seguito la lettera inviata dal Presidente di Confcommercio Molise, Paolo Spina indirizzata al Sen. Fabrizio Ortis e Luigi Di Marzio: “Quale presidente di Confcommercio Molise – scrive Spina ai rappresentanti molisani di Palazzo Madama -  intendo segnalare alla vostra attenzione la situazione delle librerie e cartolibrerie italiane, fotografata dai dati Istat elaborati dalla nostra associazione che rappresenta la cartina di tornasole di un mercato squilibrato nel quale le concentrazioni verticali di filiera, unico caso a livello europeo, sono la causa prima delle chiusure delle imprese librarie e cartolibrarie e il tutto grazie a una legge, la 128/2011, che consente di scontare della metà del margine del libraio per il libro di lettura e del 90% del libro di scuola il giorno stesso in cui viene immesso nel mercato”.  Per Confcommercio e A.L.I (Associazione Librai Italiani) è urgente cambiare la legge vigente, ispirandosi a modelli legislativi e di mercato che a livello europeo funzionano, come accade in Francia e Germania, paesi nei quali non esistono concentrazioni verticali di filiera e soprattutto nei quali la legislazione vigente ha scelto chiaramente la promozione del libro attraverso la valorizzazione dei suoi contenuti e non del suo prezzo (in Germania lo sconto sul prezzo è pari a zero, in Francia al 5%).  Legislazioni – prosegue il presidente di Confcommercio Molise – che hanno consentito il consolidamento dei dati di lettura e di una rete commerciale indipendente di librerie e cartolibrerie ben presente e radicata nel territorio, le due condizioni che oggi mancano al nostro Paese. Confcommercio con forza chiede al Ministro Franceschini, ai Senatori e a tutte le istituzioni il massimo impegno per dare subito una risposta chiara al Paese, alle libraie e ai librai italiani. La politica e il Paese – conclude Spina - hanno in questi giorni l’opportunità di correggere quella che è una evidente stortura di mercato per legge e lo possono fare approvando definitivamente la legge sul libro e la lettura al Senato (pdl n°1421), vincendo le resistenze dei grandi editori”.

 

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=24475 Fri, 24 Jan 2020 10:20:00 +0100
<![CDATA[Campobasso. L’Associazione Nuova Scuola di Mascione propone un incontro per la Giornata della Memoria]]> EVENTI

In occasione della giornata della memoria 2020, l’Associazione “Nuova Scuola di Mascione: Gioca, Impara, Includi” ha organizzato un incontro con Don Giovanni Tucci, catturato dai tedeschi e deportato in un campo di concentramento in Polonia, insignito della “Medaglia d’Onore” ed il Sig. Gilberto Fazzini, partigiano insignito della “Medaglia della Liberazione” per aver partecipato alla Resistenza ed alla Lotta di Liberazione. L’incontro si terrà domenica 26 gennaio 2020 alle ore 16.30 presso la sala riunioni del Convento di San Giovanni Battista, alla presenza dei bambini del plesso Mascione. All’incontro saranno presenti anche i rappresentanti dell’Amministrazione comunale di Campobasso.

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=24478 Fri, 24 Jan 2020 10:46:00 +0100
<![CDATA[4 corsie. L’unico progetto realizzabile porta il nome di Michele Iorio e la Giunta lo boicotta]]> POLITICA - REGIONE

Dopo la farsa del Trasporto Pubblico Locale che il Consiglio regionale è riuscito a bloccare evitando danni ai cittadini, oggi assistiamo alla continuazione della farsa con la superstrada.  E' quanto dichiara il consigliere regionale, Michele Iorio: "A Roma la Commissione ha bocciato l’emendamento presentato dalla Lega che proponeva di inserire una strada a 4 corsie, collegando Termoli al casello autostradale di San Vittore, nella legge di conversione del decreto Milleproroghe. E la Commissione ha bocciato l’emendamento.  Il guaio è che non si vuole prendere atto che la decisione strategica nazionale di realizzare la congiungente Tirreno – Adriatica è stata già presa da governi e parlamenti precedenti con maggioranze di diverso colore politico. Non si vuole accettare che quest’opera è stata già inserita tra le principali opere di interesse nazionale e precisamente al 13esimo posto come sancito in un documento programmatico approvato dal Parlamento, condiviso dai vari governi e sottoscritto dai sindacati confederali  e da Confindustria nazionale.  Specifico NAZIONALE perché spesso accade che le sigle di grandi associazioni, quando diventano locali, perdono lo smalto dei programmatori per assumere quello del “cavalier servente” del politico di turno.  Quel progetto porta il nome di Autostrada del Molise, voluta strenuamente non solo da me ma da tutto il centrodestra degli ultimi 10 anni ed  ha consentito al Molise di raggiungere un traguardo di grande prestigio ed orgoglio. Orgoglio che oggi viene mortificato da un centrodestra che di questa parte politica possiede solo il nome ma non l’animo, lo spirito e gli obiettivi.  E mentre a Roma ci bocciano improbabili e impossibili propositi, al presidente Toma mando a dire che la delusione del popolo di centrodestra non può che essere forte quando chi dovrebbe rappresentarlo rinuncia a difenderne le scelte perché circondato da personaggi, politici e tecnici, che hanno militato nel governo precedente ricoprendo ruoli chiave. Ai cittadini invece dico che l’Autostrada del Molise NON E’ oggi una infrastruttura appaltata, con i lavori in corso garantendo anche occupazione, solo perché portava il nome di Michele Iorio e del governo di centrodestra. E tralascio ogni altra considerazione. Spero di poter ritornare sull’argomento in tempo breve, anche per spiegare ai deputati della Lega che si sono lodevolmente impegnati, che la questione deve essere ripresa anche perché il progetto Autostrada non è MAI stato cancellato da nessuno. Leggi e decreti in essere ne consentono ancora la realizzazione. Si può scegliere se realizzarla con un project financing o esclusivamente con fondi pubblici, ma la concessione autostradale è un bene che la Regione Molise già possiede (ed è il primo esempio di federalismo autostradale) per effetto di una legge e di un decreto attuativo dell’ex ministro Di Pietro insieme ad un finanziamento di 200 milioni deliberati dal Cipe che qualcuno dovrebbe spiegare, ai molisani, che fine hanno fatto.  Chi non vuole prenderne atto - conclude Iorio - di tutto questo e sceglie  piani alternativi all’Autostrada con politiche fallimentari, dimostra una miopia politica che porterà il Molise ad un punto di non ritorno".

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=24472 Thu, 23 Jan 2020 17:49:00 +0100
<![CDATA[Consorzi di bonifica, Nola (M5S): "Debiti dei Consorzi e l'inerzia della Regione stanno mettendo i crisi l'intera produzione agricola molisana di qualità" (VIDEO)]]> POLITICA - REGIONE

I debiti dei Consorzi e l'inerzia della Regione stanno mettendo i crisi l'intera produzione agricola molisana di qualità.  E' quanto dichiara il consigliere regionale, Vittorio Nola: "Abbiamo presentato una interpellanza urgente per far fronte all'emergenza che coinvolge qualcosa come 25.000 ditte e oltre 100.000 cittadini. In attesa di una necessaria riorganizzazione, annunciata già agli inizi del 2018, i Consorzi continuano a maturare debiti e generano disservizi. A luglio 2018 avevo avvisato il Presidente Toma della necessità di intervenire, per evitare l'inasprimento delle quote per gli agricoltori e danni come il blocco dell'erogazione del flusso irriguo e il dissesto idrogeologico. Ma da allora nulla è successo. Anzi, si sta aggravando la già drammatica situazione, con 18 milioni di debiti per il consorzio di Termoli e 2 milioni di passività per quello di Larino".

 

 

 

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=24471 Thu, 23 Jan 2020 17:15:00 +0100
<![CDATA[Campobasso. Condivisa la bozza del Piano di Azione Locale elaborata per il progetto DynaMob 2.0]]> CRONACA - CAMPOBASSO

Nella sala consiliare del Comune di Campobasso si è svolto un nuovo appuntamento di lavoro su mobilità sostenibile e trasporti intelligenti per il progetto DynaMOb 2.0 (DynamicMOBILITzazion 2.0), al quale hanno partecipano organizzazioni e stakeholder locali. Nel corso dell’incontro è stata condivisa la bozza del Piano di Azione Locale elaborata all’interno del progetto. “La portata delle iniziative che stiamo sviluppando attraverso DynaMob 2.0, tende principalmente a sensibilizzare i cittadini di Campobasso all’utilizzo della bici come mezzo di mobilità urbana sostenibile. - ha dichiarato l'assessore alla Mobilità, Simone Cretella, in fase di apertura dei lavori - Non possiamo nasconderci che oggettive difficoltà in questo senso esistono data la conformazione del sistema viario cittadino, ma per l’appunto è importante creare un substrato culturale sempre più forte che spinga per un’idea generale di mobilità sostenibile nella nostra realtà locale". Il progetto Dynamic MOBILITization 2.0 (#DynaMob 2.0) mira a promuovere l'uso di forme di trasporto ecocompatibili nell'area del programma (Italia-Albania-Montenegro), concentrandosi sulla condivisione di auto elettriche e di biciclette. DynaMOb 2.0 intende migliorare le infrastrutture pubbliche (es. con l'installazione di colonnine di alimentazione elettrica) e gli eco-servizi (bike sharing) per il trasporto su strada nelle aree comuni, introduce tecnologie ecoinnovative nel trasporto tradizionale a basso impatto, promuovere una rete tra comuni ed amministrazioni pubbliche per la revisione delle politiche e aumentare la consapevolezza dei cittadini sulla mobilità intelligente e verde.  Proprio sull’esperienza diretta che l’amministrazione cittadina sta compiendo partecipando come partner a questo progetto, l’assessore Simone Cretella ha specificato il senso, anche futuro, che quest’operazione potrà avere per la città capoluogo di regione. "Sostanzialmente si tratterà di mettere in atto concretamente un progetto pilota sullo sviluppo del bike sharing a Campobasso con due stazioni previste una a Piazza Cuoco e una a Piazza Falcone e Borsellino, per un totale di 12 biciclette con pedalata assistita a disposizione di due principali tipologie di utenti, quella dei residenti e quella dei turisti che cercheremo di intercettare proponendo e definendo un primo percorso ciclabile che condurrà verso Monte Vairano e Bosco Faiete. Oltre a trattarsi di un'idea progettuale pienamente rispondente a quanto abbiamo previsto nelle nostre linee di governo per la città, il percorso che da piazza Falcone e Borsellino, passando per la vecchia strada che conduce al polo ospedaliero del Cardarelli, porterà fino a Monte Vairano, ha infatti in sé anche un appeal turistico e paesaggistico.”

]]>
http://moliseweb.it/info.php?id=24470 Thu, 23 Jan 2020 16:59:00 +0100