San Massimo, il sindaco Leggieri comunica il via libera all’istallazione dello sportello Postamat esterno

Dal 31 Ottobre, nel Comune di San Massimo, entrerà in funzione lo sportello automatico ATM Postamat di ultima generazione, prosegue il programma di investimenti dedicato ai piccoli Comuni da parte di Poste Italiane e l’impegno dell’Amministrazione comunale in tutela dei servizi essenziali. Programmati al 30 Ottobre i lavori per l’ubicazione esterna all’ufficio postale, sito in via Roma, al fine di garantire un’accessibilità sette giorni su sette ed una funzionalità 24 ore su 24.

Il Sindaco del Comune di San Massimo -Alfonso LEGGIERI- già in una nota a Poste Italiane del 17 Ottobre 2019, evidenziava l’impellenza di: “ intraprendere azioni necessarie atte a garantire e soddisfare le esigenze di tutta la popolazione, dei correntisti, dei possessori di carta libretto e Postepay di poter prelevare denaro o effettuare operazioni anche al di fuori dell’orario canoro di ufficio. Innalzare la qualità dei servizi, rappresenta una riduzione capillare dei disagi e dei disservizi, tale da garantire una maggiore efficienza per i clienti, di modo che i cittadini di San Massimo ed i turisti, non siano più costretti a recarsi presso gli sportelli automatici dei paesi limitrofi.”

A distanza di un anno, il Sindaco, esprime la propria soddisfazione per l’impegno portato a termine a beneficio della sua cittadinanza. Sottolinea la convinzione che è fondamentale fornire una rete più ampia ed efficiente di servizi, per contrastare fenomeni di marginalizzazione, di spopolamento e per migliorare la qualità della vita dei residenti e dei turisti. La comunità sanmassimese avrà un valore aggiunto, una risorsa non solo per gli stessi abitanti, ma anche per quelli dei paesi limitrofi, nonché per i turisti che gravitano sul territorio.

Lo sportello automatico è dotato di un monitor digitale ad elevata luminosità con funzione touch, caratterizzato da dispositivi di sicurezza innovativi, come la soluzione anti-skimming capace di prevenire la clonazione di carte di credito ed il sistema di macchiatura delle banconote; munito inoltre di un erogatore di banconote con un taglio minimo di 10,00 euro.

L’ATM può essere utilizzato non solo dai correntisti BancoPosta titolari di carta Postamat-Maestro e dai possessori di carte Postepay, ma anche dai titolari di carte di credito e carte bancomat associate ai maggiori circuiti internazionali bancari.

Oltre ad offrire il servizio di prelevamento contante, consentono anche operazioni dispositive quali il pagamento delle principali utenze, dei bollettini di conto corrente postale, delle ricariche telefoniche e delle carte Postepay. Inoltre è possibile effettuare operazioni informative come la consultazione su saldo e lista dei movimenti relativa alla propria carta.

Conclude il Sindaco LEGGIERI: “Poste Italiane con la collaborazione dei Sindaci, hanno rafforzato sinergicamente la presenza e l’innovazione degli Uffici Postali in molte comunità tra le più piccole d’Italia. L’ampliamento e la modernizzazione dei servizi postali locali assumono un ruolo chiave nello sviluppo e nella ricerca di risposte pronte, puntuali e misurate all’evoluzione delle esigenze collettive. Generare un impatto concreto e misurabile non solo per la propria comunità, ma anche per lo sviluppo turistico del proprio territorio.”