Ripalimosani. Al poligono di tiro il I “Memorial Marcello Presutti”

Si terrà il giorno 12 luglio 2020, presso il poligono di tiro di Ripalimosani, in contrada San Cataldo 1, il primo “Memorial Marcello Presutti”, di Tiro Dinamico difensivo, disciplina IDPA (International Defensive Pistol Assosacion). La gara in memoria del Presidente dell’unico club molisano del circuito internazionale IDPA, scomparso il 14 maggio 2020, vedrà la partecipazione di circa novanta atleti provenienti da tutta Italia, che si ritroveranno in una gara di sette stage per ricordare la figura umana e sportiva del dott. Marcello Presutti. Lo Shooter Team Molise, che parteciperà alla gara con una rappresentanza di dieci tiratori, è stato duramente provato dalla scorsa primavera che ha strappato al club oltre al presidente, anche un altro atleta e pilastro della squadra molisana: Fabio Russo. I valori sportivi di correttezza, lealtà ed amicizia, di cui ambedue erano portatori, fanno parte del patrimonio inattaccabile del club di tiro dinamico difensivo molisano e più in generale di tutti gli atleti che si cimentano ne competitivo circuito IDPA di tutto il mondo. Con questo spirito ed in continuità con il lavoro svolto dal dott. Marcello Presutti, è stata indetta una delle prime gare in tutta Italia, dopo la ripresa dell’attività agonistica a seguito dell’emergenza COVID 19. Sarà gara vera! Sette stage impegnativi, per un totale di 126 colpi, che metteranno a dura prova, i tiratori iscritti alla competizione e che inizierà alle 9.30 del giorno 12 Luglio 2020. Il termine per la gara è previsto intorno alle ore 13.30. Lo staff arbitrale sarà composto da 20 Safety Officer molisani e provenienti da altre regioni d’Italia, mentre il resto dei tiratori, competerà in sette squadre, formate da atleti di vari club del territorio nazionale. Il movimento del Tiro dinamico Difensivo, ha avuto recentemente in Molise, un notevole impulso in termini di tesserati e risultati conseguiti nelle varie competizioni nazionali e internazionali, grazie anche all’apertura del poligono di tiro dinamico di Ripalimosani ed alla possibilità per gli atleti molisani, di allenarsi con continuità, in uno dei più belli impianti di tiro con la pistola del Paese, senza dover sopportare il peso di lunghe trasferte per le sessioni di allenamento, come avveniva in passato. Il “Memorial Marcello Presutti” (Che il prossimo anno cambierà nome in memorial Marcello Presutti-Fabio Russo), costituirà appuntamento fisso del circuito IDPA anche nei prossimi anni, con la speranza che sempre più giovani e meno giovani, possano avvicinarsi a questo affascinante sport ed iniziare a competere sui principali campi di tiro italiani e internazionali. Che cosa è il Tiro dinamico Difensivo Il tiro dinamico difensivo IDPA, è uno sport che si pratica con arma corta (pistola) ed è aperto a tutti i maggiorenni che siano in possesso delle regolari autorizzazioni per l’uso sportivo delle armi. Le gare vengono suddivise in stage scenario, che vengono appositamente disegnati e che cambiano ad ogni gara. Il tiratore deve effettuare il percorso dello stage, ingaggiando i bersagli che troverà lungo lo stage, nel minor tempo possibile, cercando di ottenere la massima precisione nel tiro. Un sistema di penalità, aggiungerà secondi per ogni colpo fuori bersaglio ed il tempo totale sarà la somma del tempo di ingaggio, sommato alle penalità. Così come è strutturato, questo sport è accessibile ad ogni età e per tutti i tiratori, poiché le classifiche vengono stilate ponendo in competizione, tiratori in possesso dello stesso livello di abilità. La derivazione dal “tiro pratico” di antica memoria, ha lasciato la struttura originale che privilegia l’abilità, rispetto alle attrezzature tecniche. Chi era Marcello Presutti Quasi tutti gli sportivi del Molise sanno chi era per aver fatto prima o poi, ricorso alle sue cure ortopediche. Marcello Presutti, un campobassano autentico che si è distinto, lungo la sua luminosa carriera, per come ha saputo curare pazienti di tutta Italia, che si affidavano a lui per tornare a camminare o a competere a livello sportivo professionistico e dilettantesco.. Quando se n’è andato una sera di maggio, aveva 72 anni, edera sposato con Eliana e padre di due figlie, Paola e Laura. Figlio di un odontoiatra, il dottor Giuseppe, con lo studio in centro, Marcello scelse la strada dell’ortopedia, diventando prima allievo e poi collega del prof. Perugia che ne apprezzò da sempre il talento innato. ha lavorato a lungo al Cardarelli di Campobasso a fianco del dott. Petrarca in anni il passaggio per le mani dell’ortopedico, spesso significava la fine di una carriera sportiva. Marcello Presutti ha lavorato sulle aricolazioni , sui legamenti e sulle ginocchia di molti atleti, ma anche di cittadini che se possono passeggiare la mattina lungo il corso Vittorio Emanuele o lungo uno dei mille corsi di tanti comuni italiani, lo devono alla sua sapiente maestria e alle sue mani. La sua carriera lo ha portato a perfezionarsi nellle cure del ginocchio. Il ginocchio è uno dei punti più delicati degli sportivi, specie dei calciatori. Chiusa la parentesi del Cardarelli, Marcello si è trasferito a Villa Esther di Boiano, dove è diventato una vera eccellenza della struttura privata. Innumerevoli gli interventi chirurgici anche di atleti della serie A calcistica, e delle massime divisioni di altri sport. Aveva una passione per le moto e per il tiro con la pistola, dove quasi fino all’ultimo giorno ha continuato a competere con discreti risultati, spesso mettendo in fila atleti molto più giovani. Era stato uno dei fondatori dello Shooter Team Molise e ne era stato eletto Presidente per acclamazione. Le sue doti umane e la sua gentilezza, lo avevano fatto apprezzare come uomo, prima ancora che come atleta, tanto che la sua scomparsa ha gettato nello sgomento quasi tutto il settore del tiro dinamico difensivo IDPA. Per ricordare i suoi insegnamenti sportivi e umani, è dunque stato istituito il prestigioso trofeo Memorial Marcello Presutti, che si terrà il prossimo 12 luglio.