Giudizio severo della Corte dei Conti sul Bilancio Regionale. Ecco tutte l'eccezioni

Il Molise spende troppo, rendiconta male e in ritardo, secondo la Corte dei Conti molisana, che indica la necessità di correggere alcune poste del bilancio regionale 2018.
La Corte dei conti, Sezione di controllo per la Regione Molise, richiama le osservazioni e le prescrizioni contenute nella parte in diritto della propria delibera ed esposte nella relazione di accompagnamento, e rappresenta alcune eccezioni relativamente al conto del bilancio. Infatti, la Sezione di controllo parifica il Rendiconto generale della Regione Molise per l'esercizio 2018 nelle sue componenti, ad eccezione, per quanto riguarda il conto del bilancio: 
A) dei seguenti capitoli di spesa, nella misura e nei limiti in cui gli indicati importi risultano imputati senza previo riconoscimento del relativo debito fuori bilancio:
  • dei capitoli 15900 e 15901, per l'importo complessivo di € 450.000,00, relativo all'accoglimento di 98 istanze di contributo; del capitolo 19405 per l'importo di € 9.818.692,11, avente ad oggetto il pagamento di servizi resi dalla società Trenitalia nel 2017;
  • del capitolo 34115 per l'importo di € 296.992,30, relativo al pagamento alla società KPMG Advisor S.p.A. dei servizi resi in pregresse annualità; del capitolo 43400 per l'importo di € 39.662,20, relativo al pagamento di somme conseguenti a decreti ingiuntivi emessi per la mancata erogazione di contributi ad agricoltori per danni da selvaggina stanziale protetta;
  • del capitolo 55702 per l'importo di €. 1.775.610,88, relativo al pagamento di fatture 2017 per attività di riscossione svolta per conto della Regione;
  • del capitolo 7100 per l'importo di € 2.703,15, relativo al pagamento di somme a titolo di rimborso spese sostenute ed anticipate per l'imposta di rinnovo contratto di locazione immobile per anni pregressi;
  • del capitolo 7509 per l'importo di € 556.635,27, relativo al pagamento di somme per il servizio di pulizia reso dalla Romeo Gestioni S.p.A. presso le sedi degli uffici regionali;
  • del capitolo 7900 per l'importo di € 550.000,00, relativo al pagamento di somme per la fornitura di servizi di telefonia mobile e SIM dati da parte di Fastweb in anni pregressi;
  • del capitolo 8150 per l'importo di € 661.837,74, relativo al pagamento di somme per servizi resi da istituti di vigilanza in anni pregressi;
  • del capitolo 9203 per l'importo di € 1.989.294,03, relativo al pagamento di fatture per servizi resi da Molise Dati S.p.A. in anni pregressi;
  • del capitolo 57802 per l'importo di € 9.949,48, relativo al pagamento di fatture per servizi resi da Ricoh Italia nell'anno 2016;
B) dei capitoli di spesa 19405 e 7509, nella misura e nei limiti in cui sugli stessi non risultano imputati gli importi corrispondenti a obbligazioni perfezionate e venute a scadenza nel 2018.

La Corte approva la Relazione e ordina che i conti oggetto del giudizio siano restituiti al Presidente della Regione Molise per la successiva presentazione al Consiglio regionale, unitamente alla propria decisione.