Serie B Calcio a 5. Vittoria di misura della Chaminade sul Canosa

CHAMINADE – CANOSA (3-1) 6-4

CHAMINADE: Wiegels, Passarelli, Ruscica, Gonzalez, Pescolla, Caddeo, Cancio,Vaino, Evangelista, De Nisco, Di Nunzio, D’Alauro. Allenatore: Cavaliere

CANOSA: Diviccaro, Ferrante, Frontino, Velasco, Distaso, Facundo, Patruno, Galindo, Ricco, Morra, Urio, Saulla. Allenatore : D’Ambrosio

ARBITRI: Salvatore Cucuzzella Sez. Ragusa e Simone Adriani Sez. Viterbo. Crononetrista Fabio Capaldi Sez. d’Isernia.

RETI: ‘3″14 Facundo 1T (C), autorete ‘3″25 (1T) – ’15″23 (2T) Urio (C), ’10″57 Vaino 1T (CCB), ’18″17 Gonzalez 1T (CCB) , ‘4″04 Caddeo 2T (CCB), ‘4″31 Patruno 2T (C), ‘6″41?Vaino 2T (CCB), ‘8″09Ferrante 2T (CCB), ’18″44 Cancio 2T (CCB)

FALLI: 1 tempo 5-3, 2 tempo 5-4

NOTE: amm. Cancio, amm. Ferrante, espulso Passarelli, espulso Pescolla

En-plain della Chamiande che ospita e supera anche il Canosa. Successo e prestazione convincente per i molisani che si confermano leader del giorone G della Serie B. Mister Tavone in tribuna per scontare il turno di squalifica, in panchina il tecnico dell’under Cavaliere. In distinta torna Caddeo; out Paulinho e capitan Oriente non al top della condizione. Padroni di casa in campo con un braccialetto rosso per sostenere ka lotta contro la violenza sulle donne. Canosa da subito pericolosa con Galindo, spettacolare la risposta di Wiegles. La risposta dei locali non si fa attendere: diagonale di Gonzalez bloccato da Diviccaro. A seguire il vantaggio dei pugliesi con un gran sinistro di Facundo su cui il portiere di casa non può nulla. La Chaminade reagisce immediatamente e solo qualche secondo più tardi l’assist di Cancio viene spinto in rete da Uria, che realizza la più classiche delle auto reti. Sugli scudi il portiere dei molisani che al quinto neutralizza un goal fatto di Velasco. Partita interessante, la Chamiande cresce e passa in vantaggio all’undicesimo con un tiro di Vaino che beffa il portiere Diviccaro del Canosa, 2-1 il parziale. Ottimo primo tempo di marca locale: la Chaminade al diciottesimo realizza il tris. È Gonzalez ad approfittare di un rimpallo e a trafiggere il numero uno degli ospiti. Sul parziale di 3-1 per la Chaminade squadre al riposo. Secondo tempo vivace che riserva subito altri due goal: al quarto corner di Pascolla per Caddeo che porta a quattro le reti. Sembrerebbe chiusa per la Chaminade, condizionale d’obbligo, perché il Canosa trenta secondo dopo riapre i giochi con un tiro all’incrocio di Patruno. Sorpreso Wiegels nella circostanza. Tanti i goal nella ripresa. Chamiande ancora avanti al settimo: Gonzalez sulla destra serve Vaino che deve solo insaccare in rete, 5-2 il parziale. I rossoblù accusano un calo mentale: all’ottavo il Canosa porta a tre le sue marcature, da Velasco ad Urio che realizza con facilità. Ancora gara riaperta al Pala Selvapiana i pugliesi ci credono, al quindicesimo errore di Wiegels in uscita Ferrante a porta sguarnita fa 5-4. I padroni di casa tornano pericoloso un minuto più tardi, Cancio è bravo a dribblare l’estremo difensore meno preciso nella conclusione a rete. Finale incandescente per la Chami che trova il sesto goal al diciottesimo : tacco di Pescolla è gran girata di Cancio che segna. La gara si accende a soli cinquantaquattro secondi dalla fine quando Passarelli viene espulso per un fallo opinabile su Galindo. Ne nasce un parapiglia in cui l’arbitro mostra il rosso anche a Pescolla. Si giocherà meno di un minuti con i pugliesi con il quinto di movimento e i locali in quattro uomini, ma nulla che compromette la vittoria preziosa dei rossoblù. La Chaminade dopo Giovinazzo e Molfetta fa suo anche il terzo big match consecutivo contro il Canosa. Nel prossimo turno giornata di riposo per i molisani che torneranno in campo il 7 dicembre a Capurso, oggi vice capolista alle spalle dei molisani.