Termoli.Domani incontro con lo scrittore Christian Raimo

Proseguono gli incontri del ciclo “Tutta un’altra storia”, ideata dal gruppo de La Città Invisibile/ Termoli in collaborazione con la Libreria Fahrenheit. Dopo il primo appuntamento con Leonardo Palmisano, stavolta incontreremo Christian Raimo e presenteremo il suo recente lavoro per Einaudi (2019): Contro l’identità italiana. La parola identità ci fa pensare intuitivamente a qualcosa di fisso, di immutabile, di stabile; a qualcosa che non cambia mai, sempre uguale a se stessa. Se ci fermiamo alla superficie delle cose, sembra essere proprio così. Ma se guardiamo bene le cose stanno diversamente: l’identità, sia individuale sia collettiva, è il frutto di una costruzione, di una invenzione. Così è stato ad esempio per l’identità nazionale italiana: “cosa è cambiato dal 1982 al 2012 fino al 2019? Perché un calciatore che oggi sussurrasse e non urlasse le parole di Mameli rischierebbe di essere considerato una specie di traditore? Cosa è successo all’idea di Italia, di patria, di identità nazionale?”. Quali passaggi culturali, politici, storici hanno concorso alla costruzione dell’identità nazionale italiana fino a condurci nel vicolo cieco del neonazionalismo attuale? Quanti e quali sono i soggetti marginali che hanno subito la costruzione del mito identitario italiano: contro chi si è costruito tale mito muscolare? Ed è ancora possibile decostruirlo, pensare un’identità italiana alternativa, internazionale e internazionalista, cosmopolita? Di questo e di molto altro parleremo venerdì 8 novembre alle ore 18: l’incontro si terrà nei locali della Città Invisibile/ Termoli in piazza Olimpia, 1.

BIOGRAFIA

Raimo (Roma, 9 giugno 1975) è uno scrittore, traduttore e insegnante. Dal giugno 2018 è assessore alla Cultura del III Municipio a Roma. Autore di numerosi libri (sulla scuola, sui giovani, sul neofascismo), pubblica su diversi giornali e riviste, è tra i fondatori e coordina il blog letterario Minima&moralia ed è curatore della sezione reportage nel sito di Internazionale.