La Soprintendenza investe un milione di euro per l'area archeologica di Larino

L’amministrazione comunale di Larino comunica ai cittadini che la Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio del Molise, nel quadro del programma di finanziamento triennale 2019-2021, ai sensi della Legge 190/2014, ha destinato al nostro Comune 1.000.000 di euro (500.000 per l’anno 2019 e 500.000 per l’anno 2020) per la valorizzazione dell’area archeologica di Larino.

Tali fondi andranno ad aggiungersi ai 400.000 euro stanziati dal Governo regionale, con Delibera di Giunta regionale n. 72 del 25 febbraio 2018.

I finanziamenti saranno destinati alla valorizzazione dell’area archeologica di Larino comprendente l’Anfiteatro Romano e Villa Zappone e, in particolar modo, al completamento dei lavori di restauro riguardanti il piano seminterrato e l’ultimo piano di Villa Zappone. E’ intenzione della Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio del Molise destinare il piano seminterrato alla creazione di laboratori didattici per le scuole e l’ultimo piano all’allestimento di mostre artistiche temporanee di pittura, scultura, fotografia, reperti archeologici.

Altri fondi saranno destinati al restauro dell’Anfiteatro ed alla riqualificazione del sito archeologico Foro Sant’Anna, intervenendo anche sulla strada d’accesso al sito.

I lavori avranno inizio nel mese di marzo 2020.

L’amministrazione comunale ringrazia la Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio del Molise per la cura e l’attenzione che ha da sempre riservato e continua a riservare all’area archeologica di Larino.