Torna libera la tartaruga Lanny

Torna libera in mare dopo giorni di agonia e sofferenza la tartaruga Lanny. Salvata dall'equipe del professor Di Bello docente dell'Università di Bari ora dopo la convalescenza Lanny è completamente ristabilita. E stata "calata" in mare nell'area del porto turistico di Monte Nero dalla locale Capitaneria di Porto di Termoli. Era stata trovata spiaggiata lo scorso 24 Febbraio e trasferita d'urgenza al Centro di recupero e riabilitazione delle tartarughe marine "Luigi Cagnolaro" di Pescara, centro nato dalla collaborazione tra Centro Studi Cetacei Onlus e Comune di Pescara nell'ambito del progetto NetCet. Dalle analisi cliniche e radiologiche a cui era stato sottoposta la tartaruga era emersa la presenza di un grosso amo da palangaro di fondo, infisso profondamente nell'esofago di Lanny. Ora Lenny grazie al lavoro dell'equipe e degli Uomini del Centro Studi e della Capitaneria di Porto e completamente ristabilita e libera nel suo ambiente naturale.
Il rilascio in mare è avvenuto alla presenza degli studenti dell'Istituto Omnicomprensivo di Petacciato "Vincenzo Cuoco". 
Il Comandante della Capitaneria di Porto di Termoli Francesco Massaro ha tenuto un importante lezione sul progetto "Plastic Free Gc" ovvero liberi dalla plastica che tormenta il mare e i suoi abitanti e "Tethis" progetto relativo al sistema di segnalazione e avvistamento cetacei; Vincenzo Olivieri Presidente del Centro Studi Cetacei di Pescara ha effettuato un esercitazione pratica su tartaruga spiaggiata o pescata accidentalmente.

di Luigi Venditti