La Camera approva il taglio dei Parlamentari, il Molise perde un deputato. Intervista al Sen. Fabrizio Ortis

Il taglio dei parlamentari è legge, approvata alla Camera con una schiacciante maggioranza, favorevoli 553 e contrari solo 14. Occhionero (Leu): "Si al taglio dei parlamentari accompagnato dalle altre riforme "di garanzia" e da una nuova legge elettorale".
Oggi la Camera ha approvato il disegno di legge costituzionale sul taglio dei parlamentari, che ridurrà il numero dei deputati da 630 a 400 e quello dei senatori da 315 a 200, in aggiunta al taglio dei seggi dei deputati (da 12 a 8) e dei senatori (da 6 a 4) eletti all'estero.
Il Molise perderà solo un parlamentare, a differenza delle altre Regioni, al senato non cambiarà nulla, rimarranno sempre 2 i posti assegnati precedentemente dalla costituzione.
Lo scrutinio del voto definitivo sul disegno di legge costituzionale sul taglio dei parlamentari è stato palese palese. Essendo una riforma costituzionale il provvedimento, per passare, doveva ottenere la maggioranza assoluta (cioè 316 voti).