Salvini al question time alla Camera, probabile caso di corruzione elettorale a Termoli, l'episodio della consegna di una scheda già votata

Roma. Il deputato Giuseppe Brescia del Movimento 5 Stelle, verso le ore 16, nel question time alla Camera di oggi ha interrogato il Ministro Matteo Salvini sui probabili casi di corruzione elettorale nelle città di Bari, Ariano Irpino, Aversa e Temoli. L'On. Brescia chiede notizie aggiuntive a riguardo: "Ci sono indagini della Digos per corruzione elettorale o brogli elettorali - continua il pentastellato - buoni benzina, generi alimentari e somme di denaro dai 30 e i 50 euro sarebbero stati promessi e consegnati in cambio del voto. Persino la nomina dei rappresentanti di lista sarebbe stato un semplice escamotage per pagare il voto".
Molto probabilmente le indagini si riferiscono al caso successo a Termoli, nel seggio di via Sturzo, alla sezione 9 dove ad una elettrice è stata consegnata una scheda già votata. La donna quando ha preso la scheda per recarsi nella cabina a votare si è accorta che già c'era un segno sul simbolo della Lega con scritta anche la preferenza per uno dei candidati. Il Presidente di seggio ha verbalizzato l'episodio, mettendo da parte la scheda e dandone un'altra all'elettrice. La donna poi, dopo aver svolto il suo dovere, ha avvertito la Digos che sta indagando sul caso.