#ludostorie in tuor_Speciale maggio: alla scoperta dell'Italia dai comuni inesplorati

È storia nota: l’Italia, e non solo il Molise, si compone di piccoli comuni. I centri minori, infatti, amministrano più della metà del territorio nazionale e sono residenza di oltre 10 milioni di italiani. Realtà che, da un lato, risentono più di altre della crisi economico-demografica della penisola e che, dall’altro, rappresentano una preziosa occasione per difendere le varie identità di cui si forma l’Italia. Il bel paese, infatti, parla al mondo proprio a partire dai suoi centri minori. A confermalo è il rapporto Symbola e Coldiretti che descrive quanta parte delle produzioni agricole di qualità sono collegate ai piccoli comuni. Dai dati emerge che il 92% delle Dop e delle Igp è collegato ai territori dei centri minori come anche l’80% dei grandi vini. In questo percorso, inoltre, il rapporto tra la cultura “generale” e la cultura “materiale” è davvero fortissimo. Basta pensare al fatto che molti siti Unesco sono legati con territori segnati dall'azione dell’agricoltura, dalle buone pratiche, dalle produzioni a chilometro zero e da un’economia “verde” e per questo a misura d’uomo. Tuttavia, sono tantissimi i piccoli centri ricchi di cultura, tradizioni e storia che attendono di essere valorizzati. Un dato sul quale sta molto lavorando la Puglia attraverso vari progetti come “Primavera dei Sapori: terza edizione della Sagra dell’Asparago Selvatico lungo i sentieri dei Monti Dauni”,  il press tour per giornalisti e blogger provenienti da diverse zone dell’Italia finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito del Programma operativo Regionale FESR-FSE 2014 – 2020 “Attrattori culturali, naturali e turismo” Asse VI – Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche. L’occasione è stata colta anche da #ludostorie che dedicherà tutti gli appuntamenti del mese di maggio ai luoghi scoperti attraverso il press tour. Partendo dai monumenti principali di Rocchetta Sant’Antonio, paese promotore dell’iniziativa, si parlerà del centro storico di Candela, di Torre Alemanna (Borgo Libertà - Cerignola), del Mulino ad Acqua presente a Bovino e delle ricchezze non solo artistiche ma anche enogastronomiche di Troia. Dunque, un vero e proprio percorso virtuale per scoprire nuove tradizioni, nuove bellezze e realtà molto vicine a quella molisana.