SALUTE TV 5¬į PUNTATA

DIRETTA

#ludostorie_Claudio Cipressi: l'azienda dei vini da record

(Fonte foto: www.claudiocipressi.it)

"Se per Hemingway il vino è uno dei maggiori segni di civiltà, per Claudio Cipressi è il segno distintivo per valorizzare la terra in cui è nato, il Molise". È con questa frase che si apre il sito dell'azienda vinicola gestita da Claudio Cipressi. Ed effettivamente, a San Felice del Molise, si trova un piccolo gioiello della nostra terra dove, partendo da una "selezione quasi maniacale per le uve da raccogliere", si realizzano vini pluri premiati. 

"Il Molise -si legge sul sito dell'azienda- è una regione con una morfologia territoriale unica che conserva come paesaggio largamente incontaminato numerose eccellenze e moltissime potenzialità anche nella vigna. Per questo  Claudio, con l’entusiasmo e la convinzione delle cose nuove, coltiva ogni giorno sedici ettari vitati con piante autoctone: undici di Tintilia del Molise, tre di Montepulciano, due di Falanghina e uno di Trebbiano".

 Il tutto senza mai dimenticare il rispetto per l'ambiente. Una caratteristica che, a partire dal 2014, ha consentito all'azienda di ottenere la certificazione BIO. "In cantina -prosegue il sito- Claudio adotta processi di lavorazione tradizionali, non invasivi, con grande attenzione alle temperature dei mosti e l’utilizzo accurato delle botti per affinare il vino senza interferire con il frutto, alterando un sapore che vuole invece rispettare in ogni sorso la personalità del vitigno d’origine. Un principio di partenza che è il presupposto -secondo Claudio- per migliorare quotidianamente la qualità dei propri prodotti, con la volontà di far competere genuinamente i vini del Molise, quelli del vignaiolo Cipressi, con altri grandi vini italiani".

Ed è proprio nelle "sfide" che Cipressi riesce a raccogliere i frutti della tanta attenzione adottata nel momento della produzione. Partendo, infatti, dal Decanter Asia Wine Awards 2014 dove il blend Montepulciano Tintilia “Macchianera” ha ottenuto la medaglia di bronzo e la Tintila del Molise “Macchiarossa” quella di argento sono stati davvero tanti i successi. Da citare la presenza nella guida Slow Wine 2015 e gli ultimi riconoscimenti come la Corona ricevuta dalla guida Vini Buoni d'Italia per la  Tintillia del Molise Doc Rosso Settevigne 2015. Insomma, "nella botte piccola -quella molisana- c'è il vino buono" e l'azienda Cipressi ce lo ricorda.