Riqualificazione urbana per ridare un nuovo volto a Campobasso

Campobasso è una città dalle potenzialità, spesso, inespresse. Legittimo oggi parlare proprio di riqualificazione di Campobasso: questo è lo spirito che dovrebbe animare la città capoluogo, attraverso la riqualificazione urbana, delle case e dei quartieri, che possa dare un nuovo volto alla città, e, al contempo, possa muovere l'economia tramite investimenti nell’edilizia. 
Ed è così che Campobasso potrebbe partire dal centro storico, un tesoro inesplorato della città, attraverso il quale creare anche un indotto turistico. Come? Incentivare un pacchetto di azioni che mirano a riqualificare il patrimonio edilizio esistente, ma anche parchi, giardini e, più in generale, gli spazi pubblici. Tante inoltre le misure, a favore dei cittadini, che si potrebbero attuare: la premialità, come, ad esempio, la concessione di un bonus o uno sgravio fiscale da applicare sulle imposte comunali a beneficio dei privati che intendano procedere al rifacimento delle facciate delle proprie abitazioni, oppure una cospicua detrazione (in termini percentuali) qualora il privato ristrutturi o proceda alla manutenzione del proprio palazzo. 
Idee semplici ma che potrebbero perseguire due obiettivi: dare un nuovo volto urbanistico alla città e riattivare l’indotto edilizio con tutti i benefici che se ne trarrebbero in termini occupazionali.
In uno scenario di apertura e riqualificazione non può essere sottovalutata l'ipotesi di sviluppo urbano prevista dall’Unione europea con l’accesso a fondi specifici che vengono erogati attraverso bandi su scala internazionale, nazionale e locale. L'Ue mira per il prossimo settennio a una maggiore mobilità, consapevolezza e rigenerazione delle aree più interne. Un mondo inesplorato, ancora, in Molise e Campobasso potrebbe essere volano di innovazione con uno sportello dedicato ad hoc, a disposizione e gratuitamente per i cittadini, che funga da orientamento per l’accesso ai bandi, avvisi, concorsi, documenti e banche dati e di supporto per la progettazione europea.
Idee queste per una città, Campobasso, il cui trend negativo in termini di residenti è preoccupante per il futuro del capoluogo.