#ludostorie_Christian Di Fiore: una zampogna per viaggiare nella musica e nel mondo

(Fonte foto: Davide Di Pilla)
Lui si chiama Christian Di Fiore, anzi Christian "con l'h" Di Fiore, ha 28 anni e da 25 vive con uno strumento tra le mani. Anche se, forse, la musica fa parte della sua vita fin da quando era nel grembo materno. Polistrumentista e Compositore, infatti, Christian discende da sette generazioni di suonatori tradizionali di zampogna e ciaramella. E l'attrazione del giovane, soprattutto, verso la zampogna e l'organetto è iniziata fin dall'età di tre anni. Un interesse alimentato dal costante studio da autodidatta che lo ha condotto ad essere tra i più grandi virtuosi della zampogna e a collaborazioni artistiche prestigiose. Tra le ultime ci sono quelle con Antonella Ruggiero, Teresa De Sio, Dacia Maraini, Ambrogio Sparagna, Giovanna Marini, Nando Citarella, Renzo Ruggieri e Massimo Giuntini dei Modena City Rambles. Ma Christian può vantare anche partecipazioni a festival di risonanza internazionale come quello del 1 maggio a Roma, a programmi come il Maurizio Costanzo Show e a tournée non solo in Italia.  Parentesi tra le quali si dedica all'insegnamento presso la sua scuola di musica e alla collaborazione con diverse scuole in tutta Italia. Tuttavia la caratteristica, probabilmente, più particolare dello zampognista di Scapoli è la sua dedizione alla composizione di musica originale per zampogna ed organetto. Con diversi ensemble, infatti, inserisce gli strumenti della sua terra sia in formazioni etniche che in contesti cameristici. A fungere da esempio il gruppo, da lui ideato, “Symphoniae Ensemble” dove  i suoni della tradizione sono contaminati con gli strumenti della cultura classica. Il gruppo, infatti, è formato da Zampogna, Oboe, Contrabbasso ed Organetto. Dunque, un vero motivo di orgoglio per il Molise e chi vuole provare per credere può recarsi al “Festival Internazionale della Zampogna” di Scapoli di cui Christian è direttore artistico dal 2017.