PER TOMA IL SUO STIPENDIO DA 13,500 NON è ABBASTANZA: "SONO PAGATO TROPPO POCO PER QUELLO CHE FACCIO" - Molise Web giornale online molisano
Domenica - 29 Gennaio 2023

Per Toma il suo stipendio da 13,500 non è abbastanza: "sono pagato troppo poco per quello che faccio"

Pubblicamente il Presidente Donato Toma ha asserito che il suo stipendio, che ammonta a ben 13,500 euro, "è troppo poco" in proporzione al lavoro da lui svolto per il bene della collettività molisana. Il video allegato ha scatenato la rabbia dei cittadini molisani attivi sul web che, increduli nell'ascoltare la dichiarazione, lo hanno commentato con toni accesi, al limite dell'ingiuria.  Il  video ha ottenuto oltre 50mila visualizzazioni, per di più il malumore è aumentato a seguito della pubblicazione delle delibere di Giunta di riconferma di Antonio D'Uva, a 53mila euro annue, come addetto stampa, e del consulente Maurizio Tiberio a 22mila euro annue.
L’aumento della povertà, la mancanza di posti di lavoro, le grandi e piccole vertenze, le più conosciute quelle della ex Gam di Bojano e quella degli ex lavoratori dello Zuccherificio di Termoli, non ancora risolte e le tantissime difficoltà in ambito sociale che sono sempre di attualità e all’attenzione della classe politica molisana che non può rimanere inerte dinnanzi all'imbarazzante dichiarazione del nostro Presidente di Regione.
Chi ricopre tale ruolo ha degli obblighi e dei doveri nei confronti dei cittadini. Un Presidente deve non solo capire le esigenze e le difficoltà della nostra popolazione, ma ha l'obbligo di risolverle, prestando attenzione alla comunicazione istituzionale, che costituisce un aspetto da non trascurare.
Se tutto ciò non dovesse rientrare nel budget del suo compenso sarebbe buona cosa dimettersi e non urlare a pieni polmoni il dissenso per un sostanzioso stipendio, 13 volte superiore a quello di un operaio.