Jelsi si prepara per la 'Festa del Grano' in onore di Sant’Anna (Photogallery)

di Miriam Iacovantuono

Pannello del carro che porterà Sant'Anna

Profumo di grano, profumo di spighe a Jelsi dove il prossimo 26 luglio si celebrerà la tradizionale festa del grano in onore di Sant’Anna. Il borgo in provincia di Campobasso, infatti, in questi giorni è alle prese con i preparativi per i carri fatti di pannelli disegnati con chicchi di grano che sfileranno per le vie del paese in onore della santa. Una tradizione legata ad un fatto drammatico, quando il

Pannello del carro che porterà Sant'Anna

26 luglio del 1805 un forte terremoto, con epicentro nel Matese, colpì il Molise. Si contarono migliaia di vittime, Isernia e Frosolone le città più colpite, Jelsi, rispetto agli altri borghi contò solo 27 vittime e il popolo, da allora, ascrive alla protezione di Sant'Anna la quasi incolumità dei suoi abitanti.

Da quell’anno il popolo jelsese rende omaggio alla santa con dei carri allegorici che hanno come elemento primario il grano. All’inizio le rappresentazioni erano fatte maggiormente di spighe, con gli anni le decorazioni e i lavori sono andati man mano perfezionandosi e si creano delle vere e proprie opere d’arte con contorni ben delineati e sfumature di colore che rendono perfetto il tema del carro.

Molte opere realizzate nel corso degli anni sono conservate nel Museo di Comunità della Festa del Grano di Jelsi (MuFeG), che inoltre è anche un laboratorio didattico a 360 gradi dove i più piccoli possono cimentarsi in laboratori creativi. Infatti fin dall’infanzia gli abitanti di Jelsi diventano protagonisti della festa e della sfilata e ancor prima della preparazione. Ogni gruppo di lavoro è composto da persone di generazioni diverse che collaborano, dalla scelta del tema fino alla completa realizzazione del carro. Artisti che realizzano un lavoro certosino, attraverso piccoli chicchi di grano ai quali con una tostatura riescono a dare anche colori diversi, danno vita a dei capolavori. L’unico gruppo di lavoro che si cimenta sempre sullo stesso tema è quello che realizza il carro che

Intreccio delle spighe di grano
Signore che intrecciano le spighe di grano

porta Sant’Anna in processione e che ogni anno ha il compito di concretizzare un’opera che abbia un tema di carattere religioso. I temi degli altri carri invece variano e sono diverse le tematiche affrontate nel corso degli anni. Sui carri si sono visti sfilare personaggi storici come Mazzini e Camillo Benso Conte di Cavour o personaggi dei cartoni animati e delle favole come Topolino o Cenerentola, ma si sono affrontate tematiche religiose come la natività o l’apertura della Porta Santa, la creazione o l’elezione di Papa Francesco, tutti fatti rigorosamente di grano.

Il paese inoltre viene contornato di trecce di grano che in ogni angolo del borgo vengono lavorate dalle mani esperte delle donne del posto che in piccoli gruppi intrecciano le spighe di grano  bagnate per poterle lavorare bene.

Una tradizione quella della 'Festa del Grano' di Jelsi in onore di Sant'Anna che è stata inserita tra gli eventi dell'Anno europeo del patrimonio culturale 2018. Un riconoscimento importante dal Mibact e dalla Ue per uno degli appuntamenti che in Molise attira migliaia di visitatori, turisti e pellegrini.

Spighe di grano intrecciate

Intanto a Jelsi si continua a lavorare ininterrottamente fino al prossimo 26 luglio, fino a quando tutti i carri scenderanno in campo per rendere onore a Sant’Anna, compatrona del paese e si sveleranno le opere d’arte e i temi che rappresentano.

 


Photo Gallery Museo del Grano di Jelsi