L'ASREM SI RAVVEDE: GARANTITA LA PERMANENZA DELL'OCULISTICA AMBULATORIALE AL VIETRI DI LARINO - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA :: LARINO
lunedì, 02 luglio 2018
L'Asrem si ravvede: garantita la permanenza dell'oculistica ambulatoriale al Vietri di Larino

"Dopo il provvedimento firmato lo scorso 28 Giugno dal direttore sanitario Filippo Vitale che ha disposto il trasferimento, con decorrenza dal 1 Luglio, del personale in servizio nel reparto di oculistica del Vietri di Larino al San Timoteo di Termoli,  il Sindaco Pino Puchetti ha immediatamente contattato lo stesso Vitale per chiedere chiarimenti ed eccepire la validità della stessa circolare". E' quanto evidenizato nella nota firmata dallo stesso Puchetti. 

In particolare il primo cittadino ha sottolineato che il trasferimento temporaneo del personale, limitato al periodo estivo a causa della mancanza degli anestesisti,  non può riguardare il personale addetto all’attività ambulatoriale, costituito da cinque infermieri. Ciò sulla base del fatto che il piano sanitario vigente prevede espressamente  che nella Casa della Salute di Larino deve essere presente l’attività ambulatoriale complessa di oculistica. Pertanto il trasferimento del personale è illegittimo. 

Ragion per cui, in seguito ai contatti avuti con il direttore sanitario, il Sindaco di Larino ha chiesto e ottenuto la rettifica del provvedimento e la permanenza del personale preposto all’attività ambulatoriale di oculistica al Vietri.

Pertanto anche nel periodo estivo tutti gli esami finora svolti dal reparto di oculistica del Vietri verranno assicurati, fatta eccezione per l’esame di fluoro-angiografia che necessita della presenza di personale anestesiologico.

"Il Sindaco  - si legge nella nota - intende ringraziare per l’attenzione e la disponibilità manifestata il Governatore Donato Toma e i vertici dell’Asrem ma, al tempo stesso, porrà dovuta attenzione affinchè tutto il personale trasferito da Larino a Termoli, a partire da Settembre venga nuovamente assegnato  al reparto di oculistica del Vietri". 

Altro argomento di forte attualità  è la necessità di assicurare una efficiente attività di pronto soccorso per l’emergenza-urgenza. "Ad oggi - spiega Puchetti - l’unico pronto soccorso rimasto, ovvero quello del San Timoteo di Termoli, non riesce a soddisfare le esigenze della popolazione del Basso Molise, che nel  periodo estivo raddoppia". 

In merito il primo cittadino ha concluso manifestando "la volontà di incontrare con urgenza tutti i  sindaci del territorio bassomolisano e i consiglieri regionali dell’area per porre in essere le iniziative utili a ottenere il potenziamento di un servizio di fondamentale importanza, al fine di garantire i livelli essenziali di assistenza alla popolazione residente nel Basso Molise."

 

L'atto firmato dal direttore sanitario Filippo Vitale

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate