'Lea Garofalo. Il Coraggio di dire No': Paolo De Chiara fa tappa a Varese

Continuano gli incontri di Paolo De Chiara con gli studenti delle scuole, dopo l'iniziativa che si è tenuta lo scorso 12 marzo presso l'Istituto di Petrella Tifernina, dove ha presentato il libro 'Il Veleno Del Molise' oggi, 14 marzo, il giornalista molisano ha fatto tappa a Varese. Nella cittadina lombarda De Chiara ha parlato di Lea Garofalo una donna, testimone di giustizia italiana, vittima della 'ndrangheta e lo ha fatto presentando il suo libro 'Lea Garofalo. Il Coraggio di dire No'.
Una donna coraggio, che si è ribellata alla ’ndrangheta, che ha tagliato i ponti con la criminalità organizzata. Nata in una famiglia mafiosa, ha visto morire suo padre, suo fratello, i suoi cugini, i suoi amici. Un vero e proprio sterminio compiuto da uomini senza cuore, attaccati al potere e illusi dal falso rispetto della prepotenza criminale. Lea ha conosciuto la ’ndrangheta da vicino: come tante donne, ha subito la violenza brutale della mafia calabrese. Ha denunciato quello che ha visto, quello che ha sentito: una lunga serie di omicidi, droga, usura, minacce, violenze di ogni tipo. Ha raccontato la ’ndrangheta che uccide, che fa affari, che fa schifo!
Una vittima della mafia, dunque, che ha detto no alla 'ndrangheta e questo nel 2009 le è costato la vita, il suo corpo infatti è stato dato alle fiamme per tre giorni fino alla completa distruzione.
Paolo De Chiara continua a raccontare la storia di questa donna, soprattutto nelle scuole perchè sia d'esempio e perchè dal gesto di Lea gli studenti possano avere tanto da imparare.
Lea Garofalo, sarà ricordata insieme alle altre vittime di mafia, come ogni anno, il prossimo 21 marzo in occasione della 'XXIII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti' che quest'anno sarà celebrata a Foggia.