CAMPOBASSO - CONSIGLIO COMUNALE: PUNTO DI NON RITORNO SULLA QUESTIONE DI SAN GIOVANNI IN GOLFO - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA :: CAMPOBASSO
giovedì, 14 dicembre 2017
Campobasso - Consiglio Comunale: punto di non ritorno sulla questione di San Giovanni in Golfo
È stata molto intensa la seduta del consiglio comunale che oggi, giovedì 14 dicembre, si è svolta a palazzo San Giorgio. Tra i temi al centro dell'incontro la questione di San Giovanni in Golfo portata sul banco della discussione dai consiglieri Cinque Stelle, Roberto Gravina, Luca Praitano, Simone Cretella e Paola Felice.
I rappresentati del MoVimento, attraverso una pregiudiziale, hanno deciso di esprimere il proprio disappunto sull'accordo di programma tra privati e Comune che vede innalzare il valore degli appezzamenti di San Giovanni da 5 a 12 milioni di euro. Fattore che porterebbe i cittadini interessati a riconoscere al Comune opere pubbliche per 1,5 milioni.
 Il primo a prendere la parola per sostenere grande disappunto in merito è stato il consigliere, Luca Praitano "rispetto al tema non c'è bilanciamento tra comune e privato. Nel terreno in oggetto, forse, è possibile coltivare solo le patate poiché le dimensioni non sono sufficienti alla costruzione. Si tratta -ha proseguito Praitano- di un affare a perdere, dove, l' interesse pubblico non è tutelato. Stiamo svendendo dei terreni e, come minimo, la questione deve essere esposta alla Corte dei Conti". Sulla stessa linea il pensiero del compagno Simone Cretella "nessuno è contrario ai privati ma, se su un terreno, consentiamo di costruire un quartiere è bene che l'amministrazione non si accontenti delle briciole".
Le tesi, però, non hanno convinto la maggioranza di palazzo San giorgio che, con dodici voti contrari, ha respinto la pregiudiziale. Si tratta di una decisione che ha portato il Consiglio comunale a mettere un punto di non ritorno su un argomento discusso da anni e che, così come ha ricordato Battista, "non ha norme regionali atte a regolarlo". Nei pressi di Via Altobello, quindi, sarà realizzato un complesso edilizio composto da appartamenti, locali commerciali, una palestra con onere di urbanizzazione del privato e un edificio scolastico. Progetto, quest'ultimo, che ha condotto i Cinque Stelle a chiedersi come mai dai vertici del Comune venne respinta l'offerta, dei proprietari dell'Ariston, di realizzare uno stabile da dedicare all'istruzione in una qualsiasi zona della città. 
 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Provincia: De Matteis, non mi ricandido Provincia: De Matteis, non mi ricandido
    Rosario De Matteis non si ricandida al vertice della Provincia di Campobasso. E' lui stesso ad ufficializzare la decisione dopo i rumors degli ultimi giorni in vista del voto del 31 agosto. "Sono grato alla coalizione di centrodestra - spiega - che mi ha chiesto di fare unione e di ripropormi alla guida dell'ente. Ho apprezzato sia le motivazioni...