TERMOLI IN PIAZZA CONTRO TUNNEL - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA :: TERMOLI
domenica, 28 maggio 2017
Termoli In piazza contro tunnel

Cittadini, comitati e movimenti politici alla manifestazione. Sbrocca "è stato un flop"

TERMOLI  - "Il Comitato Referendario e il Coordinamento cittadino No Tunnel ieri hanno organizzato una manifestazione contro il progetto di riqualificazione del centro cittadino promosso dall’Amministrazione Comunale ed hanno fatto ciò con un dispendio di energie e con una dovizia di particolari davvero unici e che, nelle previsioni, avrebbe dovuto portare ad un enorme successo di adesioni (addirittura si prevedeva la presenza di migliaia di persone – si diceva più di tremila). Ed infatti è stata fatta una comunicazione dell’evento capillare ed incisiva attraverso conferenze stampa, auto che giravano per la città, fogli esplicativi consegnati in tutte le cassette delle lettere dei Termolesi, banchetti informativi che hanno presenziato e invitato alla manifestazione costantemente i cittadini. Elementi comunicativi questi, che lasciavano presagire la partecipazione di un fiume di gente.  E bisogna aggiungere che vi erano tutte le condizioni meteoclimatiche favorevoli (sole e tempo non eccessivamente caldo) che facevano pronosticare un grandissimo successo della manifestazione. Ed invece no. Per dirla con i giornalisti il fiume si è trasformato in un 'ruscelletto', il clima è divenuto improvvisamente 'freddo' e l’elefante ha partorito il topolino". Lo scrivono in una nota i consiglieri della maggioranza al comune di Termoli (Campobasso) il giorno dopo la manifestazione. "Crediamo che occorra essere intellettualmente onesti e riconoscere, al di là dell’autoreferenziale stima di successo - aggiungono i consiglieri di maggioranza - che la manifestazione dei Comitati di sabato sia stato un flop, o per meglio dire, un fallimento". E aggiungono: "Il dato di fatto oggettivo ed inconfutabile è che i Termolesi non hanno inteso aderire alla manifestazione". "La nostra Amministrazione, con una coesione e solidità che da anni non si rinveniva nella nostra città - concludono i consiglieri comunali di maggioranza - ha inteso ed intende programmare il futuro della nostra città per consentire a tutti coloro che la vivono una migliore qualità della vita, ai tanti giovani e meno giovani disoccupati una maggiore possibilità di trovare lavoro, ai turisti migliori attrattive, alle imprese la possibilità di lavorare di più e meglio, cose queste che potranno realizzarsi solo con gli investimenti ed il cambiamento. Siamo solo da tre anni in Amministrazione e stiamo già facendo molto e molto altro faremo. Guardiamo oltre e guardiamo ad un futuro migliore per i nostri figli che non potrà realizzarsi dicendo sempre NO".

CORTEO NO TUNNEL -  Con lo slogan 'Termoli non si svende' urlato lungo le vie del centro cittadino, il popolo del 'No Tunnel' è sceso in strada nel pomeriggio di sabato 27 maggio a Termoli. Circa 700 persone, secondo i dati dei comitati, hanno affollato Corso Nazionale, Corso Fratelli Brigida e Piazza Monumento. Il corteo, secondo i dati delle forze dell'ordine, meno numeroso, circa 500 persone, è partito da Piazza Donatori di Sangue snodandosi per le strade per poi ritrovarsi nel cuore della città per gli interventi conclusivi. "Cittadini difendete la città, è un bene comune, non un bene del Comune" hanno dichiarato i comitati durante la manifestazione caratterizzata da canti e musica. Hanno aderito alla protesta alcuni esponenti della minoranza comunale come Paolo Marinucci e Michele Marone, il M5S della città con i consiglieri regionali Patrizia Manzo ed Antonio Federico, il Prc, il neo movimento Articolo 1, l'ex Presidente della Provincia Nicola D'Ascanio con Giuseppe Astore, già senatore dell'Idv.

Fonte Ansa

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate