SANITà. CHIUSURA DEFINITIVA DEL VIETRI DI LARINO, VA VIA L'ENNESIMO REPARTO - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: CRONACA :: LARINO
sabato, 06 maggio 2017
Sanità. Chiusura definitiva del Vietri di Larino, va via l'ennesimo reparto
di Francesco Bonomolo
Ieri mattina è stato smantellato un altro reparto dell'ex ospedale Vietri di Larinoil day hospital di Oncologia, questo trasloco ha provocato soprattutto disagio e ancor meno servizi per i pazienti dell'hinterland larinese. E' troppo semplice chiudere per risparmiare, ma il compito della politica sarebbe proprio l'opposto, cioè garantire ai cittadini i servizi necessari, inerenti il territorio, contemporaneamente riducendo gli sprechi. Bisognerebbe avere il coraggio di ascoltare meno Roma ed impegnarsi nel trovare altre soluzioni. E' evidente che la giunta regionale si affida, con estrema semplicità ed oziosamente, sempre di più a un piano operativo sfornato dai diktat romani e non ad una politica che tuteli le sofferenze sociali del territorio, guardando fino ad oggi solo al bilancio sanitario, con un mero calcolo matematico, e non pensando di investire, come si fa in tutti gli ospedali d'Italia, al fine di erogare servizi sanitari più efficienti e, non da meno, per ottenere ed aumentare la famosa mobilità attiva (aumento delle entrate per prestazioni erogate a pazienti di fuori regione).
C'è da dire che ancora oggi gira voce che nel centro frentano il Vietri sia ancora un Ospedale. Ahimè!! L'operazione di ieri mattina è la testimonianza della fine del Vietri. Rammento a tutti Larinesi ed al sindaco Notarangelo che Larino non ha più nè un nosocomio, nè tantomeno un Pronto Soccorso, ma esclusivamente una residenza sanitaria assistenziale con 40 posti letto, per pazienti non autosufficienti.
Il reparto di Oncologia, con il personale e con tutte le sue attrezzature, è stato trasferito definitivamente all'Ospedale San Timoteo di Termoli; la Direzione ASReM infatti ha chiarito che il trasferimento è stato un atto dovuto, dal momento che nell'ex PO Vietri non ci sono più medici ed infermieri che possano garantire il servizio.
 
 
 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate