VICE CAPOLISTA FERMATA SUL PARI: CAMPOBASSO - MATELICA 0-0 - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: SPORT :: CALCIO MOLISANO
lunedì, 10 aprile 2017
Vice capolista fermata sul pari: Campobasso - Matelica 0-0
di Marco Bruni
 
Campobasso: La trentesima giornata del campionato di serie D girone F vede ospite del Campobasso la vice capolista Matelica.
I molisani riservano alle prime due della classe lo stesso trattamento a distanza di due settimane, infatti, dopo aver impattato con la capolista Fermana, ieri è toccato arrendersi anche alla squadra di mister Clementi.
Partita nel complesso di buon livello che conferma l'ottimo andamento dei lupi in questo girone di ritorno targato mister Silva il quale ha saputo fare soprattutto del reparto difensivo un vero e proprio fortino. Infatti il Campobasso non subisce gol da oltre 400 minuti il che la dice lunga sul grande lavoro svolto dal tecnico ex Taranto. Progressi difensivi che, purtroppo, non sono stati accompagnati da altrettanti miglioramenti nel reparto offensivo, il quale, nonostante l'impegno indiscutibile dei giocatori, rimane ancora troppo sterile.
Il mach si apre con i padroni di casa più volenterosi e già al 5' minuto vanno in gol con Martinilello fermato però in fuori gioco. Pochi minuti più tardi è Fazio a provarci dal limite ma senza fortuna.
Bisogna aspettare la mezz'ora per registrare la prima conclusione del Matelica con Candolfi il quale da fuori area lascia partire un bel tiro che sfiora il palo.
La prima frazione di gioco termina ancora una volta con un gol annullato per off-side. Dopo una bella azione offensiva, ben orchestrata dai padroni di casa, Martinilello a due passi dalla porta riesce ad impattare la sfera e a depositare in rete, ma a strozzare la gioia dei tifosi locali è ancora l'inesorabile bandierina alzata dell'assistente di linea.
Sembra incredibile, ma la regola del "non c'è due senza tre", si materializza a inizio ripresa con l'ennesimo gol annullato al Campobasso per fuori gioco. Tuttavia, in questa terza situazione, i dubbi sono più che concreti, infatti, dopo pochi secondi dall'avvio della seconda frazione di gioco, Frezzi lascia partire un interessante cross dalla sinistra il quale viene toccato di testa prima da Grazioso e, in seconda battuta, dal solito Martiniello, il quale deposita per la terza volta la palla in rete. Questa realizzazione sembra decisamente regolare ma non per la terna arbitrale che fa infuriare non poco gli spettatori presenti sugli spalti. 
Il Matelica prova a reagire, l'occasione più ghiotta si concretizza al 5' minuto, con De Cerchio il quale, entrato solo in area, si fa letteralmente ipnotizzare dall'ottimo Palumbo bravo a deviare in calcio d'angolo.
A dieci minuti dalla fine sono ancora i padroni di casa a mettere apprensione alla difesa ospite con una doppia conclusione di Grazioso il quale si fa prima respingere un tiro da posizione ravvicinata e in seconda battuta mette incredibilmente sul fondo con l'estremo difensore ormai inerme a terra.
Dopo quattro minuti di recupero il Sig. D'Amato della sezione di Siena mette fine ai giochi con il triplice fischio finale lasciando più di qualche perplessità su diverse decisioni che potevano decretare un risultato diverso.
Il Campobasso dunque, conquista la matematica salvezza dettata soprattutto da complessi calcoli regolamentari sui play-out che vedono la quindicesima e la sedicesima in classifica staccate di oltre otto punti (14 punti al momento incolmabili a quattro giornate dal termine) dalla tredicesima.
Giovedì santo la Serie D tornerà di nuovo in campo e il Campobasso sarà ospite del Monticelli.
 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Un Campobasso convincente travolge l'Alfonisine 3-0 Un Campobasso convincente travolge l'Alfonisine 3-0
    Di Marco Bruni Campobasso: La sesta giornata del campionato di serie D girone F vede ospite del Campobasso l'Alfonsine, ostica squadra della provincia di Ravenna. Reduce da un'ottima prestazione contro il Romagna Centro, ci si aspettava dai romagnoli una partita volta all'attacco con l'obiettivo di portare a casa la vittoria,...