RACCOLTA DIFFERENZIATA, SI PARTE DAL CENTRO STORICO. MOVIMENTO CINQUE STELLE CRITICO SULLA TEMPISTICA - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA :: CAMPOBASSO
giovedì, 30 giugno 2016
Raccolta differenziata, si parte dal centro storico. Movimento Cinque Stelle critico sulla tempistica

Lo hanno annunciato dal Comune: parte a Campobasso il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti. C'erano il sindaco Antonio Battista, l'assessore comunale Stefano Ramundo, quello regionale Vittorino Facciolla e il presidente della Sea, Stefano Sabatini. Il programma inizia questa estate, partendo dal centro storico, poi a seguire toccherà alle contrade, ai quartieri e infine al centro. L'operazione, secondo il cronoprogramma stabilito, sarà conclusa entro un anno. Al centro storico è prevista la raccolta attraverso le isole ecologiche che in alcuni orari saranno presidiate da guardie ecologiche che daranno informazioni ai cittadini, nelle altre zone sarà attuato invece il 'porta a porta'. La raccolta differenziata viene realizzata nel capoluogo attraverso quattro finanziamenti regionali per una cifra complessiva di quasi 5 milioni di euro.

Critico il consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle Simone Cretella. Il quale si affida a una nota facebook in cui sottolinea: "In extremis, l'ultimo giorno utile del mese di giugno, è puntualmente arrivata l'ennesima conferenza stampa del Sindaco e dell'Assessore delegato che, ancora una volta, hanno annunciato che prima o poi la raccolta differenziata partirà anche a Campobasso, come se fossimo a una o due settimane dall'insediamento dell'amministrazione. Chi si aspettava, dopo innumerevoli rinvii, di vedere da oggi, come più volte promesso dall'amministrazione, la partenza del servizio, con nuovi mezzi, nuovi contenitori, opuscoli informativi, ecc....., dovrà nuovamente ricredersi ed accontentarsi dell'ennesima conferenza stampa di annunci, questa volta però arricchita e supportata dall'Assessore Regionale Facciolla e dal Presidente della SEA.
Annunci, annunci, null'altro che annunci, sono esattamente due anni che la partenza del servizio viene procrastinata da primavera ad autunno, da autunno a primavera, di anno in anno, attraverso conferenze stampa e comunicati a ciclostile pieni solo di roboanti annunci. L'unica variante di quest'oggi è la definizione degli impegni di spesa per l'acquisto di mezzi e materiali, pena la perdita dei corposi finanziamenti regionali che domani, 1 luglio, in assenza di determinazioni formali, sarebbero andati persi.....
Ma da quì a vedere l'avvio di un sistema di raccolta rifiuti degno di una città mediamente civile, ne passeranno ancora di mesi. Già oggi, infatti, da quanto ascoltato nella conferenza, il termine "entro giugno" è diventato "nei mesi estivi" che, in quanto tali (caldo, sole, ferie, vacanze....) saranno certamente la nuova scusa per rimandare a settembre/ottobre l'avvio del servizio nel solo centro storico (servizio che, bene ricordarlo, non cambierà praticamente di nulla rispetto all'attuale), mentre per vedere qualcosa di veramente nuovo nei quartieri bisognerà aspettare (...e sperare) ancora per molti mesi, certamente non prima del 2017, sempre che non faccia troppo caldo o troppo freddo". 

   

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Sanità, domani atteso consiglio comunale monotematico Sanità, domani atteso consiglio comunale monotematico
    L'obiettivo è l’elaborazione di un ordine del giorno frutto della discussione in Aula per la salvaguardia del livello essenziale di assistenza sul territorio cittadino. Il tema del consiglio comunale di Campobasso di domani mattina alle 8:30 è la questione sanità. Il presidente  Sabino Iafigliola,...