IL SINDACO NOMINA LA GIUNTA, E INTANTO SPUNTA IL RICORSO DEL CITTADINO ELETTORE - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: ELEZIONI :: BOJANO
Il motivo di illegibilità riguarderebbe i rapporti presenti e passati con la clinica Villa Ester
Il sindaco nomina la Giunta, e intanto spunta il ricorso del cittadino elettore

Insediamento col botto per il neo sindaco di Bojano Marco Di Biase. Un cittadino elettore, che risponde al nome di Benedetto Brunetti, ha presentato un ricorso di ineleggibilità contro il primo cittadino appena eletto. Le motivazioni riguardano i rapporti passati e presenti con la clinica Villa Ester, convenzionata con la Regione Molise. Il consiglio comunale, convocato nelle prossime ore, dovrà pronunciarsi in merito. 

Il ricorrente fa riferimento all'articolo 60 del decreto legislativo del 2000 laddove è prevista ineleggibilità per i legali rappresentanti e i dirigenti delle strutture convenzionate per i consigli del comune il cui territorio coincide con quello dell'azienda sanitaria locale o ospedaliera con cui sono convenzionati. 

Il ricorso, che sembrerebbe blindato, è formato di 12 pagine e potrebbe rappresentare una vera e propria tegola sulla testa dei neo amministratori di Bojano. Ma Marco Di Biase, almeno per il momento, sembra virare dritto e nomina anche la Giunta Comunale. Un esecutivo a 4 di due donne e due uomini, quindi nel pieno rispetto della parità di genere. A Virgilio Spina, vanno le deleghe di vicesindaco e assessore ai lavori pubblici, a Roberta Scinocca le deleghe di assessore alle politiche comunitarie, fondi europei e nazionali, a Angelo Arena turismo, spettacolo, eventi della tradizione locale, viabilità e traffico, decoro urbano artigianato e industria e infine all'assessora esterna Michelina Iannetta  cultura, pubblica istruzione e rapporti con le istituzioni scolastiche, lavoro e formazione e pari opportunità. 

 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Affluenza ore 19, crolla Isernia 35% contro il 51% del primo turno Affluenza ore 19, crolla Isernia 35% contro il 51% del primo turno
    Crollo di 16 punti dell'affluenza alle urne rispetto al primo turno a Isernia. Alle 19 le persone che hanno deciso di scegliere tra Giacomo D'Apollonio e Gabriele Melogli sono pari al 35,17% . Al primo turno erano invece del 51,14%. Segno che chi ha votato per altri candidati potrebbe scegliere di non recarsi proprio alle urne. Nelle altre...