ASSALTO FINALE ALLA SANITà PUBBLICA: DOMANI NUOVA PROTESTA DAVANTI AL CONSIGLIO REGIONALE - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA :: REGIONE
lunedì, 29 febbraio 2016
Assalto finale alla sanità pubblica: domani nuova protesta davanti al consiglio regionale
In programma domani una nuova protesta del Forum in difesa della sanità pubblica davanti ai cancelli del consiglio regionale. In questa nota le motivazioni:
 
"Il magnifico Rettore dell'Università del Molise Prof. Gianmaria Palmieri, il Segretario Generale della CGIL Molise Sandro Del Fattore,il prof. Italo Testa,storico Primario Chirurgo dell'Ospedale Cardarelli, il Comitato Bene Comune pro Veneziale,il Comitato pro Cardarelli,unitamente alle tante Associazioni di cittadini e studenti riunite nel Forum per la difesa della Sanità Pubblica e alla FIOM-CGIL hanno espresso pubblicamente e con molta chiarezza il loro aperto dissenso dal Piano di riordino Sanitario presentato in Consiglio Regionale dal Presidente -Commissario Frattura.
Il Piano proposto dal Presidente Frattura configura una Sanità Regionale a guida privata,in difformità da quanto accade nelle altre regioni italiane. Come il Rettore Palmieri ha affermato, è scandaloso affidare ai privati dei servizi pubblici essenziali.
Tutte queste istanze si traducono in un appello forte e chiaro ai Consiglieri Regionali, democraticamente eletti in rappresentanza dei cittadini ,a non apportare modifiche alle leggi regionali vigenti in materia sanitaria.
Le modifiche non possono avvenire senza la definizione di un Piano di Riordino ampiamente condiviso dai cittadini e dalle rappresentanze sindacali degli operatori del settore.
In caso contrario,il Consiglio firmerebbe una cambiale in bianco,nella quale potrebbe inserirsi una riorganizzazione della Rete Sanitaria sensibile al profitto dei privati più che all'interesse dei cittadini e alla tutela dei Beni Comuni.
Il Consiglio Regionale,inoltre,divenuto ostaggio della struttura Commissariale, si sottrarrebbe al ruolo democratico che gli compete, di definire le Linee di Indirizzo del Sistema Sanitario Regionale.
Il Forum per la difesa della Sanità pubblicaha indetto per Domani, primo Marzo, un Presidio presso la sede del Consiglio Regionale, per manifestare la propria contrarietà a quanto sta avvenendo e vigilare democraticamente sui lavori dell'aula, nella speranza che i Consiglieri non vogliano rendersi complici dello scippo di democrazia implicito nella proposta di modifica."
 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate