MOLISEWEB.IT SPEGNE LA PRIMA CANDELINA: ECCO COME è CAMBIATA LA GEOPOLITICA DEL TERRITORIO NEL NOSTRO PRIMO ANNO DI LAVORO - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: CHI SIAMO
Lavoro che va a rotoli, giunta regionale dimezzata. Ma la nostra finestra sul Molise resta aperta. Con particolare attenzione alle tematiche di genere e un pizzico di ironia che ogni tanto non guasta
Moliseweb.it spegne la prima candelina: ecco come è cambiata la geopolitica del territorio nel nostro primo anno di lavoro
 
 
Un anno fa ci affacciavamo sul web per dare a molisani e non, un nuovo punto di vista su quello che accade in Molise. Ci eravamo proposti di mettere al primo posto il mondo del lavoro e i diritti di coloro che una occupazione non ce l'ha più. In tutto questo abbiamo dato spazio anche alla politica. Lo abbiamo fatto a nostro modo. Sottolineando le criticità del sistema Molise, e quando necessario, tutti i vizi della Casta regionale. Quando siamo partiti, lo scorso anno, il Molise aveva perso più di 20mila posti di lavoro. Parlammo di una città che smetteva di esistere. Dopo un anno che è successo? Lo riassumiamo in poche righe nel giorno del nostro primo compleanno. L'ormai ex assessore alle politiche sociali, Michele Petraroia, prima di chiudere la sua esperienza con la Giunta Regionale del Molise, ci ha parlato di un incremento di 1533 posti di lavoro nell'ultimo anno. Un dato che però fa a cazzotti con altri venuti fuori proprio durante la chiusura del 2015. Il contrario, infatti, fu affermato lo stesso giorno dal capo dell'opposizione Michele Iorio il quale ci disse che in Regione si registra una significativa perdita di posti di lavoro che nel terzo trimestre del 2015 conta 1640 occupati in meno rispetto al precedente periodo e che nella differenza annuale segna 900 occupati in meno. Vi è da sottolineare un notevole aumento di 2000 unità delle persone in cerca di lavoro a conferma di una maggiore presenza, nell’arco di un anno, di disoccupati in regione. Con un tasso di disoccupazione che a livello tendenziale è aumentato del 1,55%, passando dal 12,83% del terzo trimestre 2014 al 14,38% del terzo trimestre 2015. 
 
Una situazione a tinte fosche che ci fa credere, ancora una volta, di dover restare al fianco dei lavoratori e dei disoccupati molisani. Senza farci mettere il cappello in testa da nessuno e continuando a fare informazione libera da ogni vincolo politico. A proposito di politica. Anche questa situazione è andata peggiorando nell'ultimo anno, La Giunta Frattura continua a rimanere in sella. Ma con ammutinamenti importanti. L'anno scorso aveva con se 4 assessori (Vittorino Facciolla, Pierpaolo Nagni, Massimiliano Scarabeo e Michele Petraroia ndr). Ora ne sono rimasti due. Massimiliano Scarabeo, come tutti ricordano, è stato costretto alle dimissioni dopo l'inchiesta giudiziaria che lo ha colpito. Michele Petraroia, in linea con i patti siglati all'interno del Pd, ha rimesso il suo incarico. Ora dopo un anno non soltanto Paolo Di Laura Frattura non ha provveduto al rimpasto tanto sbandierato. Ma ha visto dimezzarsi il suo esecutivo e, per ora, non ha posto alcun rimedio portando di fatto la Giunta Regionale a un vero e proprio "direttorio" di 2 assessori che di fatto sanciscono l'oligarchia più oscura che il Molise abbia mai visto. In questo anno cade per l'ennesima volta la Giunta comunale di Isernia. Cosa che manda al macero anche il governo, non più eletto dal popolo, di Palazzo Berta. In provincia hanno già risolto. I consiglieri comunali del territorio provinciale (non più il popolo già due volte nella pentria ndr) hanno eletto il sindaco di Filignano Lorenzo Coia. Il Comune è stato invece commissariato e si tornerà alle elezioni nella prossima primavera. Consultazioni elettorali che Moliseweb.it seguirà con assoluto interesse. Restano in sella invece i sindaci di Campobasso e Termoli. Giunte che vanno avanti senza particolari problemi di sorta. 
 
Intanto la sanità va a pezzi con la chiusura di interi reparti (cardiologia e oncologia)  all'ospedale Cardarelli di Campobasso, complice l'ingerenza della Chiesa Cattolica che ha voluto a tutti i costi salvaguardare l'esistenza della Fondazione Giovanni Paolo II. E a Isernia la stessa sanità rischia di non poter più fornire i servizi necessari al paziente. 
 
E la cronaca? Di recente nella relazione dell'anno giudiziario del Molise abbiamo saputo e raccontato che i reati contro la pubblica amministrazione sono diminuiti del 7%. Ma come tutti sanno il nostro giornale è sostenuto dall'associazione culturale "Una voce per le donne". Ebbene proprio per questo motivo in questo primo anno di bilanci non possiamo non sottolineare l'immobilismo della politica nei confronti delle donne. Lo stalking, secondo la presidente della Corte d'appello Rossana Iesulauro, è diminuito del 14% rispetto all'anno precedente. Ma noi, che abbiamo una finestra aperta sul mondo, ci permettiamo di leggere questi dati dal nostro punto di vista. Reati denunciati in diminuzione, non vuol dire per forza che le donne sono meno perseguitate. Significa semplicemente che, a causa dell'assenza totale di strutture di accoglienza dove essere ospitate, le donne denunciano di meno. E lo fanno per evitare di tornare nella stessa casa del proprio aggressore. Che magari, indispettito dalla ribellione della partner, diventa un potenziale femminicida. Bene in Molise quest'anno non si è verificato alcun caso. Di questo non possiamo che essere contente ma non vuol dire che la politica si può permettere di abbassare l'attenzione. E non far nulla per attivare la legge antiviolenza approvata ad ottobre del 2013 in Consiglio Regionale e non ancora attuata. Da questo punto di vista continueremo a informare i nostri lettori costantemente. E le novità non mancheranno. 
 
Ora parliamo brevemente di noi. In un anno il nostro quotidiano on line si è fatto strada. Oltre tre milioni le pagine aperte e più di sessantamila sono i visitatori unici mensili di media. Numeri che fanno sperare in un futuro di investimenti capaci di farci continuare a sopravvivere. Terremoto e neve ci hanno portati al record massimo. Nella giornata di lunedì 18 gennaio abbiamo raggiunto il record di diecimila visitatori unici in una sola giornata. E a breve presenteremo anche il primo libro marchiato Molise web. Si chiama Satyricon e raccoglie le vignette umoristiche pubblicate nel nostro primo anno di vita. Questi i numeri. Tre, due, uno: il secondo anno di Moliseweb.it è appena iniziato
 
Viviana Pizzi 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • LE ULTIME NOTIZIE DI MOLISEWEB SU WHATSAPP LE ULTIME NOTIZIE DI MOLISEWEB SU WHATSAPP
    Volete rimanere sempre aggiornati sulle notizie principali del vostro territorio gratuitamente? Volete ricevere gratuitamente informazioni direttamente sul vostro cellulare? Moliseweb invierà le notizie e gli approfondimenti più importanti del giorno comodamente da voi, grazie al nuovo servizio di news su WhatsApp!...