LA MOZIONE DI SFIDUCIA NON PASSA 6 FAVOREVOLI E 14 CONTRARI. PARLA IL MOVIMENTO CINQUE STELLE: UNO SPETTACOLO INDECENTE - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: POLITICA :: REGIONE
venerdì, 27 novembre 2015
La mozione di sfiducia non passa 6 favorevoli e 14 contrari. Parla il movimento cinque Stelle: uno spettacolo indecente
Lo avevamo già annunciato circa una settimana fa. La mozione di sfiducia a Paolo Di Laura Frattura non sarebbe passata. Ed è così che oggi è avvenuto. L'atto del Movimento Cinque  Stelle e delle destre non è passato. Come era largamente prevedibile tutta la maggioranza di centrosinistra compatta ha votato sì al presidente della Giunta Regionale. Definendolo un "referendum a favore di Paolo di Laura Frattura". E così è stato: la maggioranza ne esce tutt'altro che sconfitta anzi ne esce rafforzata perchè anche i consiglieri che di recente sono passati in maggioranza si confermano dalla parte del Governatore del Molise. Il voto, che sembrava ormai scontato è finito con una maggioranza compatta e con i voti favorevoli soltanto del Movimento Cinque Stelle e del gruppo di centrodestra con un risultato numerico di 6 a favore e 14 contrari con Paolo Di Laura Frattura che si astiene.  Chi esprime sdegno e rabbia sui social network sono i rappresentanti del Movimento Cinque Stelle. In particolare il consigliere comunale di Campobasso Simone Cretella.
 
Il quale dichiara: "Che tristezza, rabbia, amarezza.... , assistere alla seduta del consiglio regionale durante la quale poco più che una dozzina di balordi usurpatori, col culo al caldo delle comode poltrone ed i portafogli pieni di 10, 11, 12 mila euro mensili pagati col sacrificio dei molisani, si votano, senza onore nè vergogna, l'auto-fiducia, facendo quadrato, col ghigno infame del dileggio, contro chi sta tentando di iniettare nel palazzo più vergognoso d'Italia una ventata di Politica vera, dal basso, sana, passionale e soprattutto onesta. Una casta a forma di cupola quella del consiglio regionale molisano, arrogante e strafottente, convinta di essere tanto intoccabile quanto politicamente immortale. Addirittura qualcuno di questi, peraltro eletto all'opposizione ma passato solo qualche settimana fa a miglior vita nella mangiatoia della maggioranza, ha dichiarato che il voto di oggi costituisce un referendum a favore del Presidente.... L'andassero a chiedere ai molisani la fiducia, davanti alle sale di aspetto degli ospedali, ai pendolari alle prese con trasporti da terzo mondo, agli automobilisti sulle strade sterrate, ai precari di ogni categoria, a chi non arriva ormai nemmeno alla terza settimana del mese.....Nessuna fiducia, nessun credito a questo Molise di tutti... solo disprezzo e ripugnanza. L'onestà tornerà di moda e vi spazzerà via, è solo questione di tempo, che scorre inesorabilmente....". 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • SINISTRA ITALIANA. VINCENZO NOTARANGELO NUOVO SEGRETARIO REGIONALE DEL MOLISE SINISTRA ITALIANA. VINCENZO NOTARANGELO NUOVO SEGRETARIO REGIONALE DEL MOLISE
    Vincenzo Notarangelo Alla presenza del Garante della Segreteria Nazionale Sandro FUCITO, Presidente del Consiglio Comunale di Napoli, si è svolto a Campobasso il 30 aprile scorso il Congresso Regionale di Sinistra Italiana che ha eletto Segretario Regionale il Sindaco di Larino Vincenzo Notarangelo ed il Tesoriere Domenico Mainella...