Governo, Testamento sui social: sono all'opposizione espulsa per eccesso di coerenza

Ha avuto effetto l'espulsione decretata nei confronti della parlamentare Rosalba Testamento "rea" di aver votato contro il Governo Draghi. Lo ufficializza lei stessa in un post facebook.

"Questa settimana - si legge sul social- come sempre, sto a Roma per i lavori parlamentari, ma da oggi non potrò più sedere nei banchi riservati al "mio" gruppo del M5S. Sento, prima di tutto, il bisogno di ringraziare tutti coloro che in questi giorni mi sono stati vicino e che lo sono ancora adesso, che hanno compreso il travaglio interiore per tutto quello che è accaduto, causando la fine del governo Conte 2 e la formazione del Governo Draghi, e le profonde motivazioni che hanno imposto alla mia coscienza di non dire sì. Poi, tengo a sottolineare che anche se espulsa dal gruppo, sono ancora una parlamentare eletta in Molise e continuerò a farmi portavoce delle istanze dei cittadini, a lottare per mantenere alta l'attenzione del governo sulle gravi problematiche della mia regione e a sostenere il programma per cui siamo stati eletti!

Nei giorni precedenti il voto di fiducia ci siamo riuniti più volte con attivisti e portavoce per ascoltare e condividere opinioni, comprendere gli stati d'animo e affrontare insieme le enormi difficoltà del momento. Sono ed ero consapevole che la responsabilità del voto è personale e anche che c'è sempre un prezzo da pagare, quando non si cercano alibi per giustificare l'ingiustificabile e si scava dentro se stessi per ricercare il vero e il giusto. Non avendo dato la fiducia al Governo Ammucchiata, mi trovo automaticamente all'opposizione, mi conforta il fatto di non essere sola ma insieme agli altri amici colleghi, i cosiddetti "dissidenti" del No Draghi. Naturalmente anche in questa nuova collocazione continuerò a dare pieno appoggio e sostegno al programma del M5S
".