OMICIDIO DI MONTENERO DI BISACCIA, L'ARMA DEL DELITTO è UN BASTONE INSANGUINATO - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: CRONACA :: NESSUNA
martedì, 29 settembre 2015
Omicidio di Montenero di Bisaccia, l'arma del delitto è un bastone insanguinato

La posizione del 43enne fermato per l'omicidio del 46enne romeno Ion Sotu potrebbe aggravarsi come alleggerirsi. Infatti è delle ultime ore la notizia che i carabinieri hanno rinvenuto la probabile arma del delitto. Si tratta di un bastone insanguinato. E' su questo e su altri elementi riconducibili al delitto che ora sta lavorando la polizia scientifica. Eventuali impronte del 43enne potrebbero infatti trasformare il fermo giudiziario in arresto. E in caso ne venissero ritrovate altre si potrebbe pensare anche a terze persone intervenute sul luogo. Infatti le indagini dei carabinieri restano comunque aperte a ogni soluzione. L'abitazione dove è avvenuto il fatto di sangue è stata sottoposta a sequestro. Di proprietà di persone che non se ne prendono cura da decenni perché ereditata da un defunto. 

Ion Sotu è stato ritrovato con i segni di calci, pugni e gravi ferite alla testa. Il romeno è stato ucciso nella tarda serata di ieri nelle campagne di Montenero di Bisaccia, più precisamente in contrada Padula. I carabinieri di Termoli e anche il colonnello Bianchi arrivato direttamente da Campobasso per l'occasione sono ora riuniti nella caserma del comune dell'alto adriatico molisano. Sotto torchio un connazionale 43enne che, stando a una prima ricostruzione dei fatti, avrebbe ucciso il 46enne per futili motivi.

La notizia del fermo sùè arrivata stamattina. I sospetti sono immediatamente ricaduti su di lui perché alcuni passanti lo avrebbero visto per strada, confuso e ubriaco. Nel suo stato avrebbe confessato di aver ucciso l'uomo. Sempre un altro passante avrebbe allarmato i carabinieri dopo aver sentito delle urla in un casale diroccato. Le indagini sono state avviate quando l'uomo è stato trovato morto con gravi ferite alla testa. Sono coordinate dalla Procura di Larino. Intanto la salma di Ion Sotu è stata trasferita all'obitorio dell'ospedale San Timoteo di Termoli dove il medico legale procederà ad effettuare l'autopsia. Solo dopo questa formalità si sapranno con certezza le cause del decesso e si potrà anche proseguire con l'iter giudiziario.

C.F. 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate

  • Colti in flagranza di reato: arrestati 4 rumeni Colti in flagranza di reato: arrestati 4 rumeni
    Continuano i controlli su tutto il territorio molisano da parte della Polizia di Stato. La scorsa notte infatti, sono state arrestate 4 persone di origine rumena colti in flagranza di reato per tentato furto, danneggiamento e possesso di arnesi quali, chiavi alternate e grimaldelli, utilizzati per lo scasso. Il blitz è scattato...