Atti vandalici a ripetizione contro sede Croce Rossa di Isernia

Sesto atto vandalico, in pochi mesi, contro sede e mezzi della Croce Rossa a Isernia: i carabinieri hanno aperto un'indagine. Ancora una volta sassi e vasi lanciati contro le ambulanze e il recinto della struttura con danni definiti indigenti. "Non se ne può più - ha commentato il presidente Fabio Rea - subiamo atti vandalici ripetutamente e sinora sono migliaia gli euro occorsi per riparare i danni alle ambulanze vandalizzate. Non riteniamo che gli autori siano solo giovani ubriachi di fine movida notturna. Siamo autorizzati a pensare che c'è qualcosa di più. Come si fa a trasportare grossi vasi di fiori e buttarli poi esclusivamente all'entrata della nostra sede. Faremo richiesta di installare telecamere di sorveglianza per punire i colpevoli che inspiegabilmente e continuatamente bersagliano la nostra Croce Rossa Italiana". (Ansa)