Assunzioni in regione, Fontana: "Seduta lenta,inesorabile sfiducia di tutto il Consiglio verso l'operato del presidente Toma"

La sfiducia dei consiglieri nell’operato del governatore Toma presto sfonderà anche il muro dei 2/3 e lui che lavora con i numeri due conti dovrebbe farseli. Lo ha dichiarato il consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle, Valerio Fontana: "Oggi,  durante il Consiglio monotematico sulle procedure concorsuali, abbiamo chiesto di discutere 7 atti importanti sul lavoro, tuttavia la maggioranza le ha respinte tutte. “Maggioranza” per modo di dire. Già, perché le votazioni sono tutte terminate 11 a 8 a sfavore di Toma, una addirittura 12 a 7. Tuttavia la discussione delle proposte è stata bocciata perché per iscrivere un atto in Consiglio regionale è necessaria una maggioranza di 2/3 dei votanti.  In tutto questo siamo stati costretti ad assistere ad un ‘Consiglio farsa’ che ha perso un’ora di sole votazioni con zero atti iscritti. Il tutto, - conclude Fontana - davanti a decine di cittadini illusi e ancora in attesa di risposte su lavoro e precariato".