Reintegrato l'agente Penitenziario che puntò la pistola ad un detenuto che tentava di evadere

Può tornare al lavoro il poliziotto sottoposto dal procedimento disciplinare dopo aver minacciato con una pistola un detenuto che stava tentando l'evasione. 
Il 30 gennaio , infatti, un detenuto del carcere di Campobasso, al ritorno dall'ospedale, si libera delle stampelle per poi darsi alla fuga sulla strada laterale al penitenziario. Uno dei tre agenti che hanno inseguito e fermato il detenuto, ha estratto la pistola, puntandola alla tempia del detenuto, come documenta dal video allegato. 
Gesto che ha spinto il capo dipartimento della polizia penitenziaria a sospendere l'agente penitenziario. Il procedimento è stato concluso e l'agente è potuto tornare in servizio regolarmente.