Tensioni nella maggioranza: Aida Romagnuolo chiede di tornare al voto

Sono ripresi nella mattinata di oggi 10 settembre i lavori del Consiglio regionale del Molise dopo la pausa estiva. Prima della riunione a Palazzo D'Aimmo c'è stato un incontro di maggioranza presso la sede della Giunta regionale, a cui però non hanno preso parte Aida Romagnuolo, Michele Iorio e Massimiliano Scarabeo.  E così tra i banchi della maggioranza sale la tensione accentuata ancora di più dalle dichiarazioni del Governatore Toma che, in merito al rinvio in Commissione della proposta di legge del Consigliere Iorio, che riguarda l'istituzione dell'albo dei lavoratori in mobilità delle società partecipate, ha sostenuto "chi ha votato diversamente si pone in un'altra situazione". L'attacco è diretto allo stesso Iorio e alla Consigliera Romagnuolo che al momento della votazione erano fuori dall'aula e risultano in questo momento i dissidenti della maggioranza.
Pronta a tornare alle urne è Aida Romagnuolo spiegando che il suo voto contrario contro alcuni provvedimenti della maggioranza che contrastano "con il mandato che i miei elettori hanno conferito alla mia persona per difendere innanzitutto gli interessi dei cittadini e del territorio molisano, inducono il presidente ad affermare che mi pongo al di fuori della maggioranza, ebbene si consolida ancora di più in me l’idea di tornare anticipatamente alle urne nel Molise".
Un attacco diretto al governatore accusandolo di voler "decidere tutto da solo o in compagnia dei soliti, io a tutto questo  - ha detto - non ci sto e mai ci starò. Sappia il presidente Toma, che fin quando assumerà provvedimenti senza coinvolgermi e non condivisi, io voterò sempre secondo coscienza per il rispetto che devo ai miei elettori e ai molisani, perché io starò sempre dalla parte dei cittadini e del territorio".