Venafro. Al Museo Nazionale del Castello Pandone l' inaugurazione della mostra ‚ÄúTransiti. Borgese-Cecola-Godi‚ÄĚ

Il Polo Museale del Molise inaugura la mostra “Transiti. Borgese-Cecola-Godi” venerdì 24 maggio p.v. alle ore 17.00 presso il Museo Nazionale di Castello Pandone, via Tre Cappelle – Venafro (IS).  La mostra ripercorre il sodalizio umano e creativo di tre artisti accomunati da profonde affinità di visione e di ricerca artistica: Ugo Borgese, Carmine Cecola e Goffredo Godi. I tre, pittori Borgese e Godi, scultore Cecola, legati al contesto romano, sono stati molto amici negli anni e sono stati tutti attivi sul versante figurativo, conservando un solido legame con la tradizione, interpretata però attraverso personali e aggiornate soluzioni formali.  L’esposizione vuol mettere parimenti in evidenza il costante e intenso rapporto dei tre con il paesaggio, la natura e il corpo umano e riportare alla luce, nell’ambito della storia dell’arte molisana del Novecento, la figura di Carmine Cecola, scultore originario di Monteroduni del quale saranno esposte inedite opere monumentali. La mostra presenta quindi un’ampia selezione di opere dei tre artisti, tra pitture e sculture, a loro volta in dialogo con gli spazi e gli affreschi del Museo.  L’evento è organizzato dal Museo Nazionale di Castello Pandone con il patrocinio della Regione Molise, del Comune di Venafro e di Aratro (Centro di arte contemporanea dell’Università degli Studi del Molise) e vuol essere la prima tappa di una rinnovata programmazione espositiva pensata specificatamente per il castello. L’esposizione, inoltre, è un nuovo incontro del progetto itinerante che i figli dei tre artisti hanno chiamato “Amici d’arte” e che vuol essere un momento di riflessione e studio sulle singole ricerche e sull’idea di gruppo.  La curatela è stata affidata allo storico e critico d’arte Tommaso Evangelista.