Europee. A Campobasso Sara Ferri e Sandro Fucito (La Sinistra) in lizza per il Parlamento europeo

Un incontro in vista delle prossime elezioni europee quello che si è tenuto presso il Dopolavoro ferroviario di Campobasso dove la molisana Sara Ferri e Sandro Fucito, de La sinistra, hanno presentato la loro candidatura per il Parlamento europeo. L'occasione è stato un momento di riflessione fra i candidati ed i cittadini in vista del voto per le Europee in una città che quest’anno va anche al rinnovo del consiglio Comunale. Tema centrale del dibattito, che ha visto anche la presenza del candidato sindaco Antonio Battista insieme ad alcuni candidati consiglieri del centrosinistra, è stato l'integrazione, a  partire dall’introduzione del voto a Campobasso del consigliere aggiunto straniero. Integrazione, inoltre come momento qualificante della politica ove l’esperienza nel sociale della candidata Sara Ferri diventa il centro di una riflessione sulla società del domani.
Sandro Fucito, già presidente del Consiglio comunale di Napoli, ha sottolineato l'importanza della solidarietà, "che non deve essere fine a sè stessa, ma deve avvenire per giustizia sociale. A noi - ha aggiunto - che ci dicono di essere piccoli e minoritari, oggi siamo gli unici che, con il nostro contributo di impegno e di idee, cerchiamo di portare una risposta reale ai problemi dei più deboli, dei lavoratori, dell’ambiente, dei diritti sociali e civili. Lo facciamo con una lista unitaria della sinistra che vuole rappresentare la sensibilità di un modo diverso di amministrare fatto di equità e di giustizia, tutt’altro del finto cambiamento del regionalismo differenziato”.