Raddoppio linea Ferroviaria Termoli-Lesina, a maggio l'iter autorizzativo

E' partito il bando di gara Ripalta-Lesina, RFI (Rete Ferroviaria Italiana) ha selezionato sette delle dieci ditte che hanno partecipato al bando, tra cui verrà scelta l'impresa affidataria dei lavori. Il progetto è coperto da un finanziamento di 700milioni di Euro  suddivisi in due lotti: al primo lotto, Termoli-Ripalta, sono destinati 594milioni di Euro, al secondo lotto, Ripalta-Lesina, i rimanenti 106milioni di Euro. 
Fino ad oggi è stata solo completata la progettazione del secondo lotto, quello pugliese Ripalta-Lesina, per quanto riguarda il primo lotto, Termoli-Ripalta, è incorso la progettazione definitiva e solo a maggio sarà avviato l'iter autorizzativo.   
L'intervento in oggetto rientra nell'ultima tratta da completare della linea ferroviaria Pescara - Bari, ossia la Termoli - Lesina. 
Nel territorio pugliese l'intervento riguarda all'incirca 20 km  dal confine regionale a Lesina, passando per Ripalta. I progetti di Rfi, infatti, sono divisi in 3 tratte: da Termoli a Campomarino; da Campomarino a Ripalta (tra le 2 regioni); ed infine, da Ripalta a Lesina.
Attualmente l'esecuzione dell'intervento ha incontrato i vincoli opposti dal Ministero dei Beni Culturali in fase di Via; vincoli che hanno condizionato  il progetto inizialmente presentato da Rfi, che prevedeva, per una spesa di 380 milioni di euro, la realizzazione di un'opera in affiancamento al vecchio tracciato che fiancheggia le costa, motivo delle obiezioni sollevate in fase di Via. Nel mese di maggio è stato raggiunto un accordo fra le parti che prevede lo spostamento dell'opera, per soli 6 km, lontano dalla costa, verso l'autostrada, nel tratto tra Campomarino ed il Fortore; mentre i restanti km, quindi anche quelli in territorio pugliese, saranno realizzati lungo il vecchio tracciato.