Paola Liberanome è il candidato sindaco di Io Amo Campobasso: "Al primo posto la concretezza"

Paola Liberanome è il candidato sindaco del movimento Io Amo Campobasso in vista delle elezioni amministrative che si terranno il prossimo 26 maggio. La candidatura è stata ufficializzata nel corso dell'Assemblea plenaria che si è svolta presso l'Hotel San Giorgio nel pomeriggio di oggi, sabato 13 aprile. È stato Christian Musenga, componente del direttivo di Io Amo Campobasso e candidato come vicesindaco,  a dare la notizia ai presenti che hanno accolto la Liberanome con grandi applausi.
"Qualcuno mi conosce per le battaglie animaliste -ha dichiarato il candidato sindaco- che fanno parte di un percorso di impegno civico che mi ha naturalmente condotto al progetto per il quale siamo qui oggi. Un progetto nel quale ognuno ha messo l'impegno per questa città, la passione per un progetto che ci fa tornare ad essere parte di un processo decisionale e che ci ha portato ad immaginare una città diversa. Abbiamo iniziato con delle chiamate tra amici e, a seguire, sono scaturite cose che nessuno avrebbe immaginato e sette mesi fa non avrei mai immaginato che mi sarei trovata in questa posizione. Dal'incontro è nata l'esigenza di muoversi attorno ad una visione diversa della città. Credo che tutti noi abbiamo avuto l'esigenza di immaginare una città diversa da quella che viviamo nella quotidianità. Abbiamo pensato con concretezza a cosa poter fare. Innanzi tutti volevamo alzare il livello del dibattito politico e innanzi tutto volevamo riportare al centro le idee così come abbiamo fatto in ogni occasione. Abbiamo messo al primo posto le idee anche nei vari incontro con i diversi attori politici. I tavoli fatti sono stati programmatici e mai per parlare di nomi o candidature. La nostra è una direzione concreta che ha dato vita ad un programma corposo e nel quale c'è tanto lavoro. Nel programma c'è la testa mentre nel manifesto c'è il cuore, gli ideali che ci hanno permesso di essere insieme, nonostante le diverse posizioni ideologiche. Ora ci vogliono persone che facciano camminare il progetto. Io lo faccio con l'onere dettato dalla consapevolezza di rappresentare un progetto nuovo e di rappresentare intelligenze, persone e vite".  Io Amo Campobasso, quindi, correrà in perfetta autonomia anche se, così come dichiarato dalla Liberanome, non si esclude la possibilità di creare due liste.