Agnone. Cavaliere incontra gli imprenditori: “l’Alto Molise è il centro gravitazionale di questa regione”

L'Alto Molise rappresenta una risorsa per la nostra regione. A parole, perché nei fatti tale patrimonio è stato per troppo tempo dimenticato da politica ed istituzioni. Stamane, come è da sempre nel mio stile, ho parlato con estrema franchezza all'Assemblea dei soci Gal organizzata ad Agnone. Davanti a tanti imprenditori agricoli, molti giovani, ho garantito il mio impegno concreto a raccogliere le istanze di questo territorio e a non far mancare mai la vicinanza e il supporto della struttura. Ma al contempo ho esortato tutti a non fermarsi, a puntare forte su formazione e nuove idee, a rimettersi in gioco in un mercato che chiede velocità, coraggio, alta professionalità. Noi non siamo industria, noi siamo qualità. L'Alto Molise è il centro gravitazionale della qualità di questa regione e deve fare da traino verso quelle nicchie che rappresentano il vero punto di svolta. L'altra parola chiave è 'squadra': siamo piccoli e lontani dalla ribalta, se non agiamo compatti non andiamo da nessuna parte. Basta egoismi e personalismi, sì a consorzi e forme innovative di cooperazione tra imprenditori. Il futuro è l'uscita del nuovo bando sulla zootecnia e la creazione di una filiera del cinghiale, che da grande problema può trasformarsi in vera opportunità. Ma il futuro è soprattutto il prossimo Psr, stavolta lo scriveremo insieme, ripartirà dal basso e tornerà a puntare sull'agricoltura. Quella vera, lontano da storture. Quella che ha le sue solide radici storiche anche qui nello splendido Alto Molise, un'agricoltura che può davvero garantire lavoro, crescita e sviluppo.