Basket A2. La Magnolia sfida il Selargius per regalarsi ulteriori certezze

Il primo di quattro match nell’arco di due settimane. Un appuntamento che – nell’intento del team rossoblù – dovrebbe essere sinonimo del terzo exploit di una serie aperta col successo ottenuto tra le mura amiche con Civitanova Marche e proseguita con l’affermazione di sabato scorso a Cagliari. E, al tempo stesso, l’occasione di rinsaldare la propria posizione di leadership in vista dei playoff che prenderanno il via a maggio a partire dai quarti i cui accoppiamenti, al momento, sono ancora in divenire.

BIVIO ISOLANO Per quello che sarà il secondo incrocio sardo consecutivo, La Molisana Magnolia Campobasso ritroverà il parquet amico del PalaVazzieri per affrontare il Selargius, formazione contro cui all’andata – lo scorso 15 dicembre – i #fioridacciaio si imposero di uno (76-75) al termine di un match thrilling risolto da un buzzer beater di Emilia Bove. "L’obiettivo – argomenta nell’immediata vigilia della contesa coach Mimmo Sabatelli – è quello di dare continuità alle ultime affermazioni, proseguendo nel nostro percorso di crescita in questa fase di torneo che rappresenta uno snodo chiave in prospettiva della post season".

GRUPPO COMPATTO Così come avvenuto a Cagliari, anche contro il Selargius il tecnico delle magnolie potrà contare su tutte le opzioni. "La squadra è al completo – conferma – ed è in buone condizioni. C’è qualche acciacco, com’è fisiologico che sia in questa fase della stagione, ma sono tutte pronte a rispondere presente".

FORTE ATTENZIONE Del resto, sulla scorta dell’esperienza del match d’andata ed al di là di quello che è il cammino esterno delle isolane (solo quattro successi in tredici uscite, a fronte degli otto exploit interni nello stesso lasso di contese), il Selargius è avversaria da prendere con le pinze. "In questo momento – ricorda Sabatelli – si stanno giocando l’opportunità di entrare ai playoff con l’ottavo (ed ultimo, ndr) posto disponibile, motivo per cui affronteranno ognuna delle quattro gare che andranno a concludere la regular season con, se possibile, il doppio dell’impegno. E noi sappiamo che già all’andata ci hanno messo in difficoltà, motivo per cui sarà opportuno tenere una condotta attenta ed ordinata sul parquet".

CAMBIO DI ROTTA In tal senso, per il trainer campobassano, determinante sarà già l’approccio alla contesa. "Con certezza – discetta – dovremo avere un atteggiamento differente rispetto a quello di Cagliari, dove abbiamo finito col subire i ritmi della nostra avversaria in avvio. Dovremo imporre il nostro gioco sin dall’avvio, prestando attenzione ad ogni particolare".

CAMMINO PLAYOFF Aspetto prioritario e per nulla marginale in questo rush finale di stagione in cui le campobassane si ritrovano a gestire un margine, esiguo, ma pur sempre un piccolo vantaggio da poter (e voler) capitalizzare. "Su quattro gare – chiosa Sabatelli – eccezion fatta per l’ultima di regular season ad Orvieto, affronteremo tutte formazioni in lotta per entrare nei playoff come Selargius oppure, come nel caso della trasferta a San Giovanni Valdarno o in occasione del match interno infrasettimanale con Umbertide, già nell’orbita post season ed impegnate ad ottenere la miglior posizione possibile. Proprio per questo ogni gara dovrà essere affrontata col massimo dell’impegno e con il giusto spirito".