Campobasso invincibile, Forlì al tappeto e play-off sempre più vicini

Fonte video: Radio Trauma Campobasso
Fonte foto copertina: SS Città di Campobasso Calcio 

di Marco Bruni

Il Campobasso vince con gran merito contro tutto e tutti, liquidando anche la pratica Forlì con un 1-2 strettissimo per quanto visto in campo.

I rossoblù hanno dominato l’intero match riuscendo a gestire persino situazioni di grosse pressioni create soprattutto da un arbitraggio a tratti decisamente imbarazzante.

Il direttore di gara, infatti, ha pesantemente condizionato il gioco non perdonando nulla ai rossoblù estraendo innumerevoli cartellini ad ogni minima infrazione, aggravando il suo atteggiamento mostrando totale intransigenza di fronte alla più mite protesta e non adoperando assolutamente lo stesso metro di giudizio nei confronti dei romagnoli.

I molisani iniziano la gara sicuri dei propri mezzi e cercano, fin dai primi minuti di mettere alle corde l’avversario. I frutti di tale atteggiamento si concretizzano già al 23’ quando Giacobbe fa partire un’azione di contropiede e serve un assist al bacio per l’accorrente Ranelli che si gira in modo strepitoso in area di rigore spiazzando l’intera difesa e depositando in rete nell’angolino in basso alla sinistra dell’incolpevole Aglietti.

Il Forlì prova a reagire e alla prima ingenuità difensiva degli ospiti raggiungono il pareggio: siamo ormai a fine primo tempo quando Ambrosini si invola sulla fascia sinistra e viene atterrato al limite dell’area di rigore da Lo Bello che viene espulso per somma di ammonizioni per due soli falli commessi. Dalla panchina del Campobasso fioccano proteste ed a farne le spese è Minadeo che viene invitato a lasciare anzi tempo il campo. Pochi minuti più tardi piove sul bagnato: Ambrosini si incarica di battere la punizione e lascia partire un diagonale che, con la complicità di Sposito, termina in rete mandando le squadre negli spogliatoi con il risultato di 1-1.

Così come altre occasioni viste durante questa stagione, il Campobasso dimostra di avere carattere e, nonostante il pareggio subito e l’inferiorità numerica, affronta una seconda frazione di gioco che può essere definita senza dubbio un vero e proprio capolavoro.

I rossoblù riscendono in campo con ancora più cattiveria agonistica e annullano con il gioco e l’intensità il gap dell’uomo in meno. Continua un dominio lungo tutto il campo ed al 61’ arriva il meritatissimo goal: La Barba si invola sulla fascia sinistra e riesce a superare ben quatto avversari portandosi dentro l’area di rigore dove offre un super assist per Alessandro che, leggermente in ritardo, si inventa un colpo di tacco al volo ed infila per il definitivo 1-2.

La partita, però, è ancora lunga ed il direttore di gara continua a tirare fuori cartellini gialli ai danni dei rossoblù. A cinque minuti dal termine, all’ennesima ammonizione per un fallo di Danucci a centrocampo, persino il pacatissimo Mister Bagatti perde le staffe e viene espulso.

Dopo cinque interminabili minuti di recupero, dove fa anche il suo esordio in campo il neo acquisto Islamaj, il giudice di gara decreta la fine delle ostilità consegnando ai lupi la terza vittoria di fila e proiettando definitivamente la squadra rossoblù verso una corsa play-off assolutamente impensabile fino a qualche settimana fa.