Francavilla – Campobasso 1-2

Alessandro e Cogliati infrangono l’imbattibilità casalinga del Francavilla

(fonte video Radio Trauma Campobasso)

di Marco Bruni

Inizia nel migliore dei modi l’anno del Campobasso che espugna anche il campo del Francavilla con una vittoria strameritata per quanto visto in campo.

Risultato ancor più prestigioso se si pensa che gli abruzzesi non avevano mai perso tra le mura amiche in tutta la stagione.

I lupi ora sono lanciati a 24 punti in classifica con un turno da recuperare in casa contro la Sanguistese. Prospettiva, questa, che lascia ben sperare non solo in termini di raggiungimento dell’obiettivo salvezza, ma che consente, con la dovuta cautela, di guardare anche ad obiettivi più ambiziosi come il traguardo dei paly-off.

Gli uomini di mister Bagatti iniziano il match senza timore dominando per gran parte del primo tempo sia in termini di gioco che di possesso palla.

Le occasioni create sono molte e il vantaggio non tarda ad arrivare. A 17 minuti dall’inizio delle ostilità, infatti, Giacobbe prende l’iniziativa a centro campo e avvia un contropiede fulminio fornendo un assist al bacio per il lanciatissimo Alessandro che, solo davanti il portiere, inventa un pallonetto straordinario e infila per il momentaneo 0-1.

I molisani non si accontentano e continuano a macinare gioco creando almeno altre due nitide occasioni.

Al 26’ è ancora Alessandro a rendersi pericoloso ma viene fermato da un difensore ospite.

Clamoroso quel che accade alla mezz’ora quando Giacobbe lascia partire un gran tiro da fuori area e, sulla respinta di Spataro, Di Lauri si divora letteralmente il goal dello 0-2 a porta ormai sguarnita.

Come spesso accade nel calcio, quando si buttano via alle ortiche occasioni clamorose si viene puniti. Il Francavilla non sta a guardare e, alla prima vera occasione riporta in parità le sorti del match: Mancini entra in area di rigore e viene atterrato dal portiere molisano Sposito. Il contatto è minimo, ma per il direttore di gara non ci sono dubbi e assegna la massima punizione.

Dagli undici metri Banegas non sbaglia e riporta in parità il risultato.

Nella seconda frazione di gioco il Campobasso accusa il colpo, consapevole di aver sprecato molte occasioni e molte energie dando spazio ad un Francavilla decisamente più motivato e con il vento in poppa.

Banegas e Dos Santos spingono i padroni di casa alla ricerca del goal vincente ma la difesa ospite fa buona guardia e respinge l’assalto abruzzese.

A dieci minuti dal termine la svolta: Cogliati ruba palla a centrocampo e si invola verso la porta avversaria ma a pochi centimetri dall’ingresso dell’area di rigore viene atterrato da Nazari. Il fallo è davvero a limite ed i calciatori rossoblù chiedono a gran voce il calcio di rigore.

Alla fine il giudice di gara decide per un calcio di punizione dal limite con l’espulsione diretta del difensore giallorosso.

Giacobbe si incarica della battuta con un nulla di fatto, ma il fattore” uomo in più” determinerà inevitabilmente gli ultimi minuti di gara.

A due giri di lancette dal termine arriva, infatti, il meritatissimo goal vittoria del Campobasso frutto di un assist di Alessandro in favore di Cogliati che con un pallonetto morbido supera per la seconda volta Spataro.

Dopo sei minuti di recupero arriva il consueto triplice fischio che decreta la fine delle ostilità e consegna altri tre punti pesantissimi al Campobasso, unica squadra del girone a vincere in quel di Francavilla.