SALUTE TV 5┬░ PUNTATA

DIRETTA

'Icons' di Steve McCurry a Campobasso, taglio del nastro il 26 gennaio

Taglio del nastro il prossimo 26 gennaio per la mostra fotografica di Steve McCurry, 'Icons' che rimarrà aperta, presso il Palazzo Gil di Campobasso, fino al 28 aprile 2019.
Una mostra già annunciata lo scorso 13 settembre 2018  quando per la rassegna Poietika, il fotografo di fama internazionale è stato ospite al Teatro Savoia.
Cento, più dieci inedite, saranno le fotografie esposte, immagini di grande impatto emotivo che hanno girato il mondo e che il mondo riconosce. Le fotografie che verranno esposte racchiudono in qualche modo il grande viaggio nell'umanità che Steve McCurry ha intrapreso quasi 40 anni fa e include tutte le immagini da lui più amate. Attraverso l'esposizione, infatti, si vuole far conoscere un mondo complesso, in profonda trasformazione. La mostra,  parte con una serie di ritratti per poi svilupparsi tra immagini  di guerra e di poesia, di sofferenza e di gioia, di stupore e di ironia.
Grandi le aspettative legate a questo evento, lo stesso presidente Toma, durante la conferenza stampa di presentazione, ha commentato che "una mostra del genere significa dare visibilità al Molise, a Campobasso, perchè questo artista che espone da noi vuol dire che noi frequentiamo i grandi e chi frequenta i grandi è destinato a diventare grande". Ci si aspetta visite da tutta Europa, "attirando visitatori in questa terra con lo scopo di farci conoscere - ha continuato Toma - come delle persone che sanno scegliere gli artisti e il nostro territorio se ne può solo avvantaggiare di ospitare un evento del genere".
Come spiegato dall'assessore al Turismo, Vincenzo Cotugno, l'obiettivo delle linee programmatiche della Regione Molise e del governo Toma, è quello di alzare l'asticella di questo territorio per quello che riguarda la qualità a 360 gradi, "cultura e turismo uguale a sviluppo economico e vogliamo portare fuori dai confini regionale un'immagine del Molise, che non si arrende e che crede nelle potenzialità del territorio. Per fare questo - ha aggiunto Cotugno - è necessario fare squadra".
A spiegare i dettagli tecnici della mostra, che è costata 30mila euro per le fotografie e 5 mila per l'allestimento, la Presidente della Fondazione Molise Cultura, Antonella Presutti, che ha annunciato la presenza in Molise della curatrice della mostra Biba Giachetti, che con Steve McCurry ha concepito l'esposizione. All'interno della mostra sarà aperto anche un bar ristoro, "importante, - ha spiegato Presutti - perchè dà l'idea di una mostra che deve essere vissuta, partecipata, e così si potrà dialogare con gli amici e ci si potrà fare avvolgere dalla grande bellezza e dalla grande umanità delle fotografie di McCurry".
La mostra è una sorta di fulcro intorno al quale ruoterà un evento più articolato e più ambizioso che è il progetto 'Molise Flash', una sorta di storytelling che, nel 2019 anno della fotografia, vuole raccontare il Molise, la storia della nostra regione attraverso workshop, convegni tematici, proiezioni di film a tema, mostre parallele, laboratori, il tutto legato alla fotografia. Ci saranno poi fotografi di grande fama che racconteranno il Molise, "alcuni che lo conoscono già, - ha spiegato la presidente di Molise Cultura - altri che non ci sono mai stati e con lo sguardo ingenuo di chi attraversa per la prima volta il territorio. Ci sarà così un racconto a doppia voce, con l'obiettivo di documentare le bellezze paesaggistiche e le eccellenze gastronomiche, ma soprattutto di documentare la struttura, il racconto della storia delle comunità.  L'obiettivo è quello di intercettare i riti che vanno da gennaio ad aprile, quelli del carnevale o della settimana santa, del periodo del Corpus Domini e del periodo estivo, per fare in modo che questa regione si racconti e venga fuori con tutte le sue potenzialità".
Un'idea che vede il coinvolgimento di fotografi e associazioni che vogliono dare un contributo progettuale.
 
La mostra rimarrà aperta dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00, invece domenica e festivi sarà aperta dalle 17.00 alle 20.00