"Adesso basta discriminazioni", al via il ciclo di incontri della consigliera di paritĂ  Cennamo

Adesso basta discriminazioni. Questo lo slogan che contraddistingue una serie di appuntamenti organizzato dall’ufficio della consigliera di parità della Regione Molise, rappresentato dall’avvocato Giuseppina Cennamo, in collaborazione con la Scuola Forense del Molise. Il corso in materia di diritto anti discriminatorio è articolato in quattro incontri (che si svolgeranno presso la sala E. Fermi Biblioteca di Ateneo dell’Università degli Studi del Molise a Campobasso). Un corso aperto ad avvocati, psicologi, assistenti sociali e a tutti colori che per professione si occupano delle problematiche legate al mondo del lavoro e alla tutela delle persone vulnerabili. In particolare si vuole sensibilizzare tutti gli addetti ai lavori affinché sappiano riconoscere le discriminazioni di genere, garantire le vittime e collaborare efficacemente con la consigliera di parità. Le materie oggetto degli incontri sono: i principi delle pari opportunità, la violenza di genere e le discriminazioni e molestie sui luoghi di lavoro. Oggi, giovedì 15 novembre, il primo degli appuntamenti. Principi di pari opportunità e non discriminazione: il codice delle pari opportunità; questo il titolo del corso che sarà introdotto dall’avvocato Giuseppina Cennamo insieme alla consigliera supplente, l’avvocato Mariateresa D’Amico. Relatrice dell’incontro la professoressa Serenella Molendini, consigliera nazionale di parità supplente. Durante il corso sono previsti i saluti del Rettore Gianmaria Palmieri, del presidente della Regione Donato Toma, del deputato europeo Aldo Patriciello, dell’assessore regionale Luigi Mazzuto, dei legali Demetrio Rivellino (presidente consiglio ordine degli avvocati di Campobasso), Giuseppe De Rubertis (presidente scuola forense del Molise) e Maria Domenica D’Alessandro (direttore scuola forense del Molise) e della professoressa Daniela Grignoli, componente Cug dell’Università degli Studi del Molise. Gli altri appuntamenti in programma sono previsti il 23 novembre (si parlerà di molestie sessuali sui luoghi di lavoro e stalking), il 28 novembre (licenziamenti discriminatori) e 6 dicembre (in quest’occasione il tema del corso sarà quello del mobbing, tutela della maternità e della paternità sui luoghi di lavoro).