CON IL VOLTO DI ISABELLA GINEFRA IL VERTICE DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI LARINO SI PRESENTA PER LA PRIMA VOLTA AL FEMMINILE - Molise Web giornale online molisano
ELENCO :: CRONACA :: LARINO
giovedì, 08 novembre 2018
Con il volto di Isabella Ginefra il vertice della Procura della Repubblica di Larino si presenta per la prima volta al femminile

E’ la 57enne Isabella Ginefra il nuovo Procuratore della Repubblica di Larino. Questa mattina la presentazione alla stampa al quarto piano del Palazzo di Giustizia frentano.

Ginefra, che prende il posto di Ludovico Vaccaro trasferitosi di recente al vertice della Procura di Foggia, è la prima donna  a ricoprire il delicato incarico nella cittadina frentana.

Nel suo ufficio spicca tra gli altri un quadro con la celebre foto che immortala insieme sorridenti i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

La storia di Isabella Ginefra si ispira all’esempio dei due martiri della lotta alla mafia e alla connivenza tra Cosa Nostra e i vertici dello Stato.

Isabella Ginefra arriva da una lunga esperienza prima come Sostituto Procuratore e Brindisi e successivamente a Bari. Quì ha lavorato nella sezione della Direzione Distrettuale Antimafia, occupandosi tra gli altri di una inchiesta su una presunta organizzazione mafiosa che operava sulla Murgia Barese.

Ora l’arrivo a Larino, nella terra di confine con la Puglia dove ad allarmare sempre di più è l’aumento di episodi di arresti legati al traffico di sostanze stupefacenti che vercano la porta d'ingresso del Basso Molise provenendo proprio dal Gargano, come hanno dimostrato tra l’altro i numerosi arresti eseguiti nell’ambito dell’operazione Lungomare, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Campobasso.

Un elemento di cui il nuovo Procuratore di Larino è ben consapevole. 

Un riferimento anche all’organizzazione interna della struttura investigativa e all’atavico problema delle carenze in organico di PM ( appena tre sono quelli tuttora in servizio a Larino) e di funzionari.

Ginefra però si dice pronta a battersi per salvaguardare ad ogni costo un fondamentale presidio di giustizia sul territorio. 

In Evidenza

Ultimi Eventi

Notizie Correlate