Allarme per l'agricoltura molisana: liquami nei terreni

Gli agricoltori molisani sono preoccupati dal possibile innalzamento a 50 mg di fanghi di depurazione che possono essere sverzati nei terreni. Questo comporterebbe ad un aumento di 20 volte delle quantità inquinanti che potrebbero avere de?lle conseguenze negative non solo per le falde acquifere, ma anche per il suolo. La norma è contenuta all'interno del Decreto Genova, n fase di approvazione al Senato. L'allarme arriva dal titolare di un molino, Dionisio Cofelice: "Si tratta di un problema che potrebbe sconvolgere l'agricoltura molisana. Il Molise viene considerato ancora un territorio sano, e se gli agricoltori accettano di far versare questi fanghi nei propri terreni, ci siamo giocati l'ultima possibilità di rimanere incontaminati". Dunque se le cose non cambieranno gli agricoltori saranno costretti a vedere le proprie terre ad agricoltori delle regioni vicine. ?