Psr 2021-2027, Cavaliere "Il Molise regione virtuosa dell'agricoltura, non come fatto eccezionale ma stabile"

Si è tenuto oggi 11 ottobre presso i locali del Palazzo Gil di Campobasso il Comitato di Sorveglianza del Psr 2014-2020 della Regione Molise. A presiedere i lavori l'assessore alle Politiche Agricole e Agroalimentari Nicola Cavaliere e ospite il capo delegazione di Bruxelles Filippo Brux che ha definito il Molise la regione fiore all'occhiello del centro sud e per alcuni punti di vista anche migliore di molte regioni del nord. Si è parlato di eccellenze sia dal punto di vista dell'agricoltura che dal punto di vista di strutture territoriali che hanno portato l'assessore Cavaliere a definire il Molise "una regione virtuosa dell'agricoltura, non come fatto eccezionale ma stabile".
Dati confortanti quelli illustrati durante l'incontro, che sottolineano che l'85% delle risorse risultano definite le procedure di assegnazione, gli impieghi giuridicamente vincolanti rappresentano il 74% della dotazione del programma e la spesa ha raggiunto il 23%.
"Già nel 2020, in previsione del prossimo Psr 2021-2027 vorremmo essere pronti  - ha detto ancora Cavaliere - ad attuare già le misure programmatiche sul territorio. E l'augurio è che questa volontà possa esser di stimolo nel confronto con il Ministero e con le altre Regioni".
Come ha spiegato l'assessore all'Agricoltura, infatti, con il nuovo Psr ci sarà un modello diverso che si baserà su piani di sviluppo rurali diversificati, ma ci sarà un confronto diretto con il Ministero e quindi significa che sarà una partita da giocare all'interno della commissione agricoltura e con le regioni dove quelle più grandi cercheranno di prevalere.
 
Intervista a Nicola Cavaliere
assessore Politiche Agricole e Agroalimentari